Sbarazzo, buona la prima! Chiusa positivamente l’edizione 2015

LA SPEZIA– Con questi primi giorni della settimana si è concluso il giro per la raccolta dati ad opera degli stessi commercianti del centro citTadino sull’andamento dell’edizione dello Sbarazzo, conclusosi sabato notte, definito dalle stesse associazioni ed operatori come edizione 0, quella su cui basare tutto il lavoro futuro.
Un lavoro che ha infatti visto operare insieme le associazioni di categoria tutte, il Comitato dei Commercianti del Centro Storico ed il Comune della Spezia con il suo patrocinio.
Una edizione da cui si dovrà partire per quelle future, perché come già avviene in Riviera del Tigullio ed altre zone di Italia si vuole che anche a La Spezia lo “Sbarazzo” possa diventare un appuntamento fisso per operatori e clienti, molti dei quali sono stati turisti. Una occasione, quindi, per andare verso la conclusione dei saldi colorando ed accendendo la città e dando fondo agli ultimi pezzi prima di fare spazio, dopo Ferragosto, ai nuovi arrivi.
Ecco quindi che la possibilità di portare “i negozi fuori dai negozi” (grazie al Patrocinio del Comune) ha favorito le vendite ed anche un nuovo modo di rapportarsi con il cliente, un modo molto più diretto. Senza ombra di dubbio sopratutto anche per quei piccoli esercizi situati in vie solitamente meno attraversate o frequentate.
Certamente tra i più colpiti i turisti stranieri, non abituati a negozi aperti anche di sera e stendini per le strade.
Tirando le somme, dei 130 negozi aderenti quasi tutti si sono dimostrati interessati ed entusiasti per questa iniziativa, magari da spostare verso la fine del mese di agosto (quest’anno non sarebbe stato possibile per la concomitanza degli eventi della Festa della Marineria), ottenendo anche buoni risultati in termini di incassi.
Di questi quasi tutti sono stati aperti entrambe le sere come da programma ed anche in questo caso ottenendo buoni risultati, nonostante la concomitanza della partita di Coppa Italia dello Spezia o la kermesse di Pitelli.
Bar e ristoranti hanno lavorato bene, ed anche qui la nota positiva arriva dal riscontro delle “lingue”, ovvero dal fatto che sempre più turisti scelgano Spezia come città dove dormire e da dove poi spostarsi per altre location, usandola quindi come hub strategico.
Registrato quindi il buon esito dell’edizione ormai alle spalle gli operatori si preparano per il prossimo grande evento della Marineria.

Roberto Martini
Rappresentante RETE secondo semestre 2015

Advertisements
Annunci
Annunci