Cancellato il Corpo forestale dello Stato Renzi liquida due secoli di storia con un Tweet

Il premier Renzi ha liquidato due secoli di storia del Corpo forestale dello Stato con un banale Tweet: “Un altro tassello: approvata la riforma della P.A., #lavoltabuona. Un abbraccio agli amici gufi”. E’ passato anche in Senato, infatti, il DDL Madia sulla riforma della Pubblica Amministrazione. La Forza di polizia ambientale sarà sciolta e accorpata probabilmente all’Arma dei carabinieri. Per rendere operativa la riforma, si dovranno attendere i decreti attuativi. A nulla sono serviti gli appelli di tante persone di buon senso.
Lo stesso Procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, recentemente, ha messo in evidenza il rischio di far svanire nel nulla le “competenze specialistiche” del personale del Corpo forestale. Il voto del senato è stato seguito in piazza del Pantheon, a Roma, da tanti forestali. Appena appreso l’esito del voto, alcuni sindacalisti hanno dichiarato: “Lo scellerato progetto del governo non dà certezze al futuro di chi, sino ad oggi, ha tutelato l’ambiente e contrastato i reati che lo danneggiano, lasciando in balia di non meglio precisati poteri occulti gli 8.000 Forestali che ancora oggi attendono chiarezza dal ministro Martina e dal Capo del Corpo forestale dello Stato”. Il primo a saggiare l’umore dei manifestanti è stato l’on. Emanuele Fiano, salutato al grido di “buffone” e “venduto“, come testimoniano le riprese pubblicate da Youreporter.it.

www.youreporter.it

Advertisements
Annunci
Annunci