Aggressione di Genova, parlano Donatella Albano (PD) e Paolo Carbonaro (IDV)

GENOVA– A proposito dell’aggressione, subita da un quarantenne su un autobus di Genova perché creduto gay, riceviamo e pubblichiamo gli interventi di Donatella Albano (PD) e Paolo Carbonaro (IDV).

Donatella Albano: “Le parole possono diventare pietre, il clima omofobo che ogni giorno vediamo alimentato da personaggi pubblici e da alcuni politici, contribuisce a far scatenare episodi violenti e terribili come quello accaduto a Genova, mi riferisco al pestaggio da “Arancia Meccanica ” avvenuto su di un autobus ai danni di un quarantenne, picchiato da quattro uomini e due donne perché creduto gay ” afferma la Senatrice Donatella Albano del Partito Democratico, “occorre ristabilire al più presto la dovuta laicità davanti al tema dei diritti civili e della libertà di orientamento sessuale, in cui l’Italia è in scandaloso ritardo. Il fatto che questa violenza sia avvenuta sotto gli occhi di un autista che ha scelto non solo di non intervenire, ma di essere anche omertoso, ci deve far riflettere tutti su quale tipo di società vogliamo. Dobbiamo avere la forza di controbattere a chi vuole trasformare l’Italia in una nazione di bestie intolleranti, violente, egoiste e disumane“.

Paolo Carbonaro: “L’aggressione a sfondo omofobo avvenuta a Genova è un atto di una gravità inaudita. E’ mostruoso come oggi, nel 2015, in Italia possano accadere episodi simili. L’auspicio è che le autorità riescano ad individuare al più presto i responsabili di un gesto incivile, brutale e indegno, ai quali occorrerà comminare una punizione severissima”. Lo dice in una nota Paolo Carbonaro, segretario regionale dell’Italia dei Valori in Liguria, secondo il quale “in Italia si sta assistendo a un pericoloso arretramento culturale che bisogna combattere assumendosi ognuno le proprie responsabilità, a partire dalla politica che deve in ogni modo evitare di alimentare un clima di tensione sociale attraverso il ricorso ad eccessi verbali o a incitazioni all’intolleranza. L’Idv – ha concluso Carbonaro – esprime profonda solidarietà e vicinanza al ragazzo aggredito e alla sua famiglia”.

Advertisements
Annunci
Annunci