“100 giorni in kayak” a Levanto il 3 agosto ore 21,15. Incontro con gli autori e proiezione d’immagini del “giro d’Italia per mare”.

100 giorni in kayak
100 giorni in kayak

LEVANTO – Lunedì 3 agosto in piazza Staglieno, alle ore 21,15, Rosangela Colombo e Rossella Trevisan, della Biblion in collaborazione con la Biblioteca Civica, presentano assieme agli autori il libro di Fabrizio Trivella e Anna Maria Guldoni: “100 giorni in kayak da San Terenzo a Trieste” pubblicato dalle Edizioni Giacché, con l’introduzione Gabriella Molli.

Fabrizio, marinaio lericino, racconterà la sua esperienza in solitario, compiuta nel 2013, quando, armato di una canoa, una tenda e un pannello solare per ricaricare l’ipad, ha percorso un “giro d’Italia” per mare da San Terenzo a Trieste. Il “giro” è raccontato nel diario che si presenta lunedì sera, con l’ausilio di foto e video proiezione, un libro ricco d’insegnamenti non soltanto per “navigatori” che ci racconta le difficoltà, la paura ma anche la gioia e l’ammirazione per l’Italia e i suoi abitanti, visti qui da una prospettiva davvero unica, con ampia citazione delle località incontrate, raccontate anche attraverso brevi note storiche e curiosità.

Alla domanda: «Ce la farò?», Fabrizio risponde sempre con sangue freddo anche nei momenti critici. Come affrontare diversamente, ad esempio, lo stress quotidiano delle ricerca di un approdo per la notte? «Oggi ho passato momenti drammatici, – scrive ad esempio il 18 maggio – mi sono sentito in pericolo a causa del mare molto mosso e del temporale in corso, in più non riuscivo a trovare un approdo lungo questo tratto di costa roccioso». «Ho avuto paura», confessa, ma è rimasto concentrato sull’obiettivo e alla fine, per fortuna, «dopo circa 10 miglia, quando già stava facendosi sera, ecco una caletta riparata, una minuscola spiaggia di sassi, neanche raggiungibile via terra…»

Ma questa è anche una storia di incontri, di cordialità e accoglienza spontanea delle tante persone che Fabrizio ha trovato lungo il percorso. Lui che voleva solo fare il giro d’Italia in 100 giorni col suo kayak che ha chiamato “Golfo dei Poeti”; «così anche il nome della nostra bellissima baia ha fatto il giro d’Italia» insieme a lui.

Non mancano episodi curiosi come quello in cui, in mezzo al mare, la voglia di un caffé lo spinge a vincere la sua naturale ritrosia e allora, avvistato uno yacht, si avvicina chiamando: «Ehi, di bordo!». Seguono stupore, cortesia e intesa tra uomini di mare con il comandante dello yacht che, incuriosito, s’informa sulla sua impresa (e gli offre anche un ottimo caffè!).

O momenti di sconforto come quello del 16 agosto in cui «non mancavano delle belle onde – racconta Anna Maria, coautrice e “spalla” on line del nostro canoista – e una, in particolare, l’ha tradito proprio mentre stava prendendo la videocamera per fare qualche ripresa. Il kayak s’è rovesciato e la camera è finita in fondo al mare!»

Ma proprio come in una bella favola a lieto fine, un pescatore veneto, di Boccasette, la ripescherà mesi dopo tra i rulli di una “vongolara”. «Grazie anche a quel “recupero” – dichiara l’editore Irene Giacché – oggi abbiamo pubblicato il libro con molte foto scattate durante il viaggio».

Incontro interessante e libro da non perdere, in vendita la sera della presentazione in Piazza Staglieno grazie alla collaborazione con la Libreria Oppecini, un resoconto puntuale e emozionante, ricco d’immagini a colori e in bella veste grafica con tanto di certificazione ecologica FSC, per amanti della natura e… dell’avventura!

Advertisements
Annunci
Annunci