“ … Mangia Trekking cammina e richiama l’attenzione su un territorio trascurato…”

SESTA GODANO- Le attività di alpinismo lento per avere successo devono essere  collegate ai territori in cui si sviluppano, con questo proposito  l’associazione escursionistica di Mangia nel  Comune di Sesta Godano ha organizzato un’altra classica escursione nelle notti della Val di Vara .  Dove l’associazione Mangia Trekking, quasi giocando, qualche anno fa, avviò questo genere di attività  per sviluppare socialità, far conoscere il territorio e promuovere i luoghi. Infatti ove, nello spirito migliore dell’alpinismo lento, durante queste attività è possibile degustare i prodotti tipici locali, “penetrando” nella cultura e nelle tradizioni dei luoghi. Mai nessuno nel territorio  aveva fatto qualcosa del genere prima, ed oggi, considerato che il territorio, soprattutto per quanto riguarda la viabilità, nel Comune di Rocchetta di Vara e di Zignago, porta ancora i segni devastanti dell’alluvione dell’anno 2011,  l’associazione Mangia Trekking, intensifica  la propria attività per richiamare l’attenzione sulle cose positive, sulle ricchezze  della Val di Vara, ma anche su cosa non va bene, su cosa si rende più che mai necessario per darle la fiducia e la possibilità di essere  vivibile ed appetibile dal punto di vista turistico. Affinché il fenomeno dello spopolamento non continui ad eroderla. Cosi ieri sera, per richiamare l’attenzione su quella “fetta di terra”, tra i Comuni di Zignago e Rocchetta di Vara,  nonostante il gran caldo ed i temporali estivi in avvicinamento, alcuni amici di Mangia Trekking si sono ritrovati a Pieve di Zignago per un’altra escursione serale – notturna fino al Passo dei Casoni, ove ad attenderli vi erano i rinomati ravioli e la cacciagione della trattoria dei Cacciatori. Ove Rita, Maria Grazia e Tiziana,  organizzano sempre una bella e piacevolissima accoglienza per l’associazione Mangia Trekking e per tutti coloro che giungono lassù . Al Passo dei Casoni, ove purtroppo a distanza di quattro anni dall’alluvione che colpì il territorio, il collegamento viario con Montereggio, tra la Val di Vara e la Lunigiana è ancora interrotto. In luoghi di trekking che hanno l’Alta Via dei Monti Liguri, quale direttrice principale, ove Mangia Trekking propone un alpinismo lento bellissimo, alla scoperta di testimonianze archeologiche, camminando tra  pascoli montani e crinali che dividono due “storie” e due culture diverse. In una terra dove però anche per raggiungere Rocchetta di Vara ed il Castellaro si devono affrontare con l’auto dei passaggi viari davvero inqualificabili, scoraggianti e sinceramente anche un poco  tristi. Un’attività dell’associazione Mangia Trekking, che  camminando nella sera e nella notte sull’Alta Via dei Monti Liguri vuol lanciare un appello a favore delle Comunità  della Val di Vara .

Advertisements
Annunci
Annunci