Fragole Mirtilli e Lamponi – Nella “Frontiera” degli attraversamenti tra mare e montagna

Una delle “frontiere” più interessanti e forse piacevoli, nelle attività dell’associazione Mangia Trekking sono gli attraversamenti appenninici. Camminando lungo le storiche vie dei crinali tra mare e montagna. Per conoscere e promuovere le tradizioni, la cultura e le ricchezze dei territori. Un’attività che l’associazione Mangia Trekking, nell’area compresa tra le regioni Toscana, Emilia Romagna e Liguria, ha per anni provato e promosso, sicura che potesse divenire un importante valore aggiunto per l’economia legata al Turismo dei territori della montagna. Così riscontrando, che oggigiorno, sempre più persone, talvolta intere e giovani famiglie, si avvicinano alla pratica di questa piacevolissima e completa attività a contatto con la natura, l’associazione si sente ancor più motivata, nel proseguire con le proposte ed i suggerimenti, ritenuti in grado di ben evidenzare le attrattive dell’alpinismo lento e dei luoghi ove si sviluppa. L’ultima attività appenninica dell’associazione Mangia Trekking, mentre il gran caldo che sembra affliggere le città e le pianure in genere, si è svolta in un tratto di crinale ove Eolo è sempre attivo. Ed ha riguardato e legato la vetta del monte Cavalbianco, sovrastante il passo di Pradarena, con la vetta del monte. La Nuda. In un cammino ad anello, sicuro, straordinariamente panoramico e che data la buonissima conoscenza del territorio posseduta da alcune guide dell’associazione, ha consentito ai camminatori, alcune piccole modifiche di percorso verso vere e proprie distese di fragole, lamponi e mirtilli. Verso vere e proprie degustazioni generali degli squisiti frutti della montagna. Ed anche nelle soste serali e notturne presso il punto tappa per escursionisti di Loriana Giannarelli sul passo del Cerreto, ed al Ceppo di Cerreto Laghi, per i partecipanti è sempre stato possibile “assaporare” una straordinaria attenzione ai valori della tradizione e della cultura dei luoghi. Così, intanto che promuove i territori, Mangia Trekking osserva con un pizzico d’orgoglio, che mentre un tempo l’alpinismo lento era soltanto un’idea, oggi va sempre più divenendo “una strada” ove cammina e può consolidarsi lo sviluppo del “ Turismo Outdoor ”.

Advertisements
Advertisements
Advertisements