Unpli per le sagre di qualità , incontro a Pitelli

LA SPEZIA– L’esigenza di lavorare sul tema delle sagre di qualità nasce dalla querelle che annualmente contrappone, all’apertura della stagione estiva, ristoratori e e Pro Loco ed associazioni organizzatrici di sagre dall’altro. Vogliamo “certificare” le sagre autentiche, riconosciute come “patrimonio che va difeso e valorizzato sia per la promozione stessa dei territori che per la sopravvivenza o riscoperta delle tradizioni gastronomiche, nonché per la tutela del patrimonio culturale immateriale”. Sostiene Giorgio Antognoli presidente provinciale Unpli.

Le proloco non hanno nulla a che vedere con le le “false sagre” organizzate per mero scopo di lucro da comitati e gruppi estemporanei che ingannano il consumatore. Le vere sagre sono storiche, consolidate nel tempo e di breve durata , promuovono la tipicità, l’identità e la cultura locale, valorizzano la qualità delle produzioni agroalimentari tipiche e delle preparazioni tradizionali, sono attente alla sostenibilità e all’impatto ambientale ,contribuiscono a far conoscere e promuovere il territorio, la sua storia, le sue tradizioni favoriscono il coinvolgimento della comunità locale ,collaborano con il mondo della ristorazione, dei pubblici esercizi e con il tessuto produttivo locale, sono fondate sul volontariato e sull’impegno gratuito delle persone.

Vezzano Ligure, Pitelli, I Due Fiumi (Bolano ) , Pignone, Biassa, San Terenzo, Riccò del Golfo, Varese Ligure e Sesta Godano a fare da apripista ,ma con il sostegno entusiasta delle le pro loco Nicolò Paganini (carro ) , Carnea, Mattarana-Passo del Bracco, Ponte Vecchio (Borghetto) , Le Grazie, Follo, Castello (Carro) , Cembrano.

Siamo una proloco giovane nata con lo scopo di far conoscere Pitelli e la sua storia , la cultura materiale ed immateriale della nostra comunità, fin dalla nostra nascita ci siamo caratterizzati nella sostenibilità ambientale rispettando i principi delle Proloco , Giorgio Antognoli da tempo ha acceso il dibattito su questo tema, il lavoro di condivisione è difficile ma stimolante , aver ospitato il gruppo di lavoro è motivo di orgoglio “ dichiara Gianni Pioli presidente della proloco pitellese .
I tempi sono maturi per una condivisione con le altre associazioni e con le associazioni degli esercenti ma soprattutto serve una regia ed il sostegno degli enti locali il riconoscimento delle sagre di qualità servirà a far chiarezza.

Advertisements
Annunci
Annunci