Piazza Brin, la fontana che non zampilla acqua: l’opera dimenticata di Mirko Basaldella

LA SPEZIA- Nel cuore del quartiere Umbertino, uno dei quartieri storici della nostra città, c’è Piazza Brin, che ospita uno dei pochi monumenti davvero importanti della Spezia. Si tratta della “Fontana delle voci“, opera realizzata nel 1955 dall’artista Mirko Basaldella, scultore di fama internazionale autore, tra l’altro, dei cancelli delle Fosse Ardeatine e del Cimitero Monumentale del Verano a Roma (fonte: wikipedia).

Quando la fontana fu installata vi furono i consueti mugugni spezzini, ma col tempo è diventata parte integrante della piazza ed è entrata nella memoria dei residenti non solo dell’Umbertino, ma di tutta la città. Un’opera così, a rigor di logica, andrebbe valorizzata, dovrebbe essere un’attrattiva anche per i turisti. E invece… da tempo, ormai, la fontana non zampilla più. A cosa serve una fontana che non zampilla? L’acqua all’interno della vasca è sporca e stagnante; nonostante i ripetuti restauri, gli ugelli non funzionano, sono perennemente otturati. E dire che, per evitare malfunzionamenti, oltre ovviamente alla manutenzione ordinaria, basterebbe…. far funzionare la fontana!

Ultimamente sono arrivate le solite voci di corridoio (che speriamo siano celermente smentite) che vorrebbero, per la fontana delle voci, un interramento come quello che si fece anni fa alla  (fu) fontana di Piazza Europa. Queste, però, sono solo voci. Di certo c’è solo che in Piazza Brin c’è una fontana che non funziona, che versa in condizioni di sporcizia e degrado, della quale usufruiscono ormai solo i piccioni. I cittadini la guardano mestamente, sospirando e ricordano quando zampillava acqua e dava più allegria alla Piazza.  

La storia: wikispedia.it

Advertisements
Annunci
Annunci