ATC, i disabili potranno viaggiare in totale autonomia: l’impegno dell’azienda, delle associazioni e della Provincia

LA SPEZIA– Questa mattina, venerdì 3, la Provincia, ATC Esercizio e le associazioni disabili hanno firmato un protocollo d’intesa per fare in modo che tutti i disabili, sia motori che con patologie alla vista e all’udito, possano usare i mezzi pubblici in totale autonomia. ATC Esercizio si impegna a:

1) installare sui nuovi autobus acquistati (al momento 16):  a) sistemi fonici per l’annuncio vocale di linea e destinazione b) sistema luminoso di indicazione di linea e destinazione c) pulsantiera per la richiesta di fermata ben visibili, raggiungibili da tutti e in braille d) posti riservati a utenti con ridotta capacità motoria (2 nei mezzi superiori a 7.5 m, 1 negli altri), contrassegnati con pittogramma, e altri posti riservati a particolari categorie di passeggeri (es: donne incinte) e) pedane per accesso carrozzine e disabili

2) monitorare la realizzazione

3) manutenere i dispositivi

4) sensibilizzare il personale viaggiante

5) sviluppare il proprio sito e le applicazioni per smartphone e tablet per renderli fruibili a tutti.

Le associazioni si impegnano a collaborare attivamente con ATC, segnalando problematiche, disfunzioni e anche le migliori modalità di realizzazione dei dispositivi di aiuto.

La Provincia, infine, si assume l’impegno di promuovere e valorizzare queste novità.

Il gap maggiore” dice Gorettalo abbiamo con le pedane, presenti in soli 85 mezzi su 250. Per questo motivo i mezzi dotati di pedana devono essere contrassegnati. Quando spariranno i contrassegni, vorrà dire che siamo al 100% di mezzi coperti e sarà indice di grande civiltà“.
Questi dispositivi serviranno non solo per chi da sempre convive con la disabilità, ma anche per chi, per ragioni di età o di salute, presenta problematiche di ipoacusia, di difficoltà motorie e/o visive.

 

Advertisements
Annunci
Annunci