Agricoltura e cinghiali. L’impossibile convivenza. Il dibattito a Campiglia

LA SPEZIAConfagricoltura con Associazione Campiglia e il Parco Nazionale delle Cinque Terre ha organizzato per giovedì 2 luglio alle ore 18 al Piccolo Blu di Campiglia, alle porta delle Cinque Terre, un incontro dal titolo “Agricoltura e cinghiali. L’impossibile convivenza“.

Al dibattito interverranno il Presidente del Parco Nazionale delle Cinque Terre, Vittorio Alessandro; il Presidente di Confagricoltura Liguria, Renato Oldoini; l’Assessore con delega all’Ambiente del Comune della Spezia, Davide Natale; Marco Cerliani dell’Associazione Campiglia, e Claudio Bertonati, coordinatore degli abbattimenti.

Il problema dell’impossibilità di convivenza tra agricoltura e cinghiali è noto da tempo, tutti lo conoscono – ha detto uno degli organizzatori del dibattito, Renato Oldoini, Presidente di Confagricoltura Liguria – ma manca un progetto operativo. Bisogna arrivare evidentemente a una soluzione definitiva, che potrebbe essere una recinzione protettiva bio-permeabile su tutto il perimetro del Parco, Patrimonio dell’Unesco. Annualmente – ha concluso Oldoini vengono usate risorse pubbliche per risarcire i danni causati dai cinghiali all’agricoltura, con la recinzione di protezione non solo si salvaguarderebbe l’agricoltura, ma al contempo si potrebbe recuperare terreni coltivabili e aumentare la fruizione del territorio da parte dei turisti“.

Advertisements
Annunci
Annunci