Giulio Guerri: “In città è tornata la piralide del bosso”

LA SPEZIA– Il consigliere comunale Giulio Guerri, con una nuova interrogazione, ha segnalato all’Amministrazione Comunale che in questi giorni in città è riapparsa la piralide del bosso, il voracissimo bruco di origine asiatica capace di uccidere in poco tempo le pregiate piante da siepe, mangiandone le foglie e portandole a seccare per soffocamento. Guerri, circa un anno fa, segnalò al Comune e alla cittadinanza la comparsa del dannoso insetto e la necessità di contrastarne con sollecitudine l’attività distruttiva – pena la rapida estinzione dei bossi presenti in grandi quantità nei giardini pubblici e privati della città: una circostanza che avrebbe costituito anche un danno economico non trascurabile per la collettività. Basti pensare che presso i Giardini Pubblici esistono alcuni esemplari risalenti anche all’Ottocento. Adesso, a fronte del riproporsi della grave insidia fitosanitaria, il portavoce della lista civica “Per la Nostra Città” ha preso carta e penna per chiedere all’amministrazione comunale se fosse già al corrente della problematica, se si sia già attivata per monitorare e contrastare concretamente il fenomeno nelle aree di competenza comunale e quali ulteriori iniziative di informazione e di sensibilizzazione intenda assumere nei confronti della cittadinanza affinché un’azione di efficace contrasto possa essere tempestivamente e contestualmente eseguita anche da parte dei privati.

Advertisements
Annunci
Annunci