Festa del Cinema 2015, le prime anticipazioni: incontri con il pubblico, retrospettive e omaggi

ROMA – D’intesa con la Presidente Piera Detassis, il direttore artistico Antonio Monda ha annunciato alcune anticipazioni relative alla prossima edizione della Festa del Cinema (16|24 ottobre 2015). Il programma completo sarà illustrato nel corso di un’apposita conferenza stampa che si svolgerà alla fine di settembre. Nel suo lavoro, il direttore artistico è affiancato da un comitato di selezione coordinato da Mario Sesti e composto da Richard Peña, Giovanna Fulvi, Alberto Crespi, Alessia Palanti, Francesco Zippel.

GLI INCONTRI CON IL PUBBLICO

Ampio spazio sarà dedicato agli incontri con registi, attori e grandi personalità del mondo della cultura. Fra i primi nomi confermati:

– il surreale e raffinato regista Wes Anderson e il premio Pulitzer 2014 Donna Tartt parleranno al pubblico del loro grande amore verso il cinema italiano, nato con i film di Federico Fellini, Luchino Visconti e Pietro Germi;
– un grande maestro del cinema italiano sarà inoltre al centro dell’incontro con William Friedkin, il regista di Vivere e morire a Los Angeles, premio Oscar per Il braccio violento della legge;
– i premi Oscar® Joel Coen e Frances McDormand, coniugi dal 1984, racconteranno agli appassionati il sodalizio cinematografico che li ha visti lavorare insieme in ben sei occasioni, dal film d’esordio dei Coen Blood Simple – Sangue facile a Fargo, da L’uomo che non c’era a Burn After Reading – A prova di spia;
– il premio Oscar® Paolo Sorrentino presenterà in prima mondiale un inedito di quindici minuti e mostrerà alcune sequenze dei film che maggiormente hanno segnato la sua carriera;
Carlo Verdone e Paola Cortellesi torneranno insieme sul palco dell’Auditorium per un incontro all’insegna della comicità dopo il successo ottenuto con il film che li ha visti protagonisti, Sotto una buona stella;
Renzo Piano, una fra le più importanti e note personalità della cultura italiana nel mondo, sarà alla Festa per discutere sull’importanza che il linguaggio e l’immaginario cinematografico rivestono nel campo dell’architettura.

LA RETROSPETTIVA

Per celebrare uno straordinario protagonista del cinema italiano del secondo dopoguerra, la Festa dedicherà una retrospettiva al regista e sceneggiatore Antonio Pietrangeli. La retrospettiva si svolgerà grazie all’Istituto Luce Cinecittà e in collaborazione con il MoMA di New York che riproporrà la retrospettiva nel mese di novembre.

L’OMAGGIO

A quarant’anni dalla tragica morte, la Festa celebrerà in una serata-omaggio il genio di Pier Paolo Pasolini. L’omaggio sarà curato da Mario Sesti e Matteo Cerami.

 

Advertisements
Annunci
Annunci