Andrea Ornati: “Nuove spese per Lerici con il neo-sindaco Paoletti”

LERICI– “Non solo la zona a traffico limitato. Nei primi giorni da Sindaco di Lerici, Leonardo Paoletti, a Giunta non ancora ufficializzata, ha deciso di aprire una procedura per la manifestazione di interesse per l’affidamento relativo alla vigilanza, salvataggio a mare, primo soccorso e pulizia giornaliera nella zona di balneazione del molo di Lerici”. – così Andrea Ornati, Consigliere Comunale di Lerici, “Cambiamo in Comune”.

Questo in quanto – come affermato tramite social network dallo stesso primo cittadino – “tale servizio, negli ultimi anni, era stato affidato direttamente con assoluta superficialità e sussistono procedure ad evidenza pubblica che vanno predisposte”. Negli ultimi due anni, infatti, la precedente amministrazione, attraverso lo strumento dell’affidamento diretto, trattandosi di importi inferiori ai 40.000 euro, accollava tale servizio alla società Lerici Mare S.r.l., senza alcun tipo di oneri e costi a carico dell’Ente e, altresì, garantiva l’assunzione di due giovani del nostro territorio. Oggi, pertanto, il Comune di Lerici sarà gravato da una spesa aggiuntiva quantificabile in circa 14.000 euro che, in un periodo di forte ristrettezza economica, peserà non poco nelle casse comunali – prosegue Ornati.

Ci chiediamo, e per fortuna ieri sera – venerdì 19 giugno alle ore 21 – è stato convocato il primo Consiglio comunale nel quale, magari, il neo Sindaco fornirà qualche chiarimento in merito, se effettivamente le procedure poste in essere nel passato non fossero conformi alla normativa vigente – fatto mai emerso in precedenza – o se dietro a tale scelta esistano considerazioni legittime di natura politica. Sicuramente legittime ma al costo di 14.000 euro circa. Al di la di come la si pensi su Lerici Mare – e la nostra proposta prevedeva il superamento di questa società partecipata per la creazione di una unica società di servizi che garantisse al territorio investimenti per uno sviluppo durevole e l’erogazione di servizi di primaria importanza – il risultato dell’operazione del Sindaco Paoletti è presto calcolata: ieri non pagavamo nulla per un servizio molto sentito dalla cittadinanza, oggi paghiamo la somma di 14.000 euro circa.

In tempi di ristrettezze economiche ed alla luce delle difficoltà in cui versa l’Ente comunale, palesate anche da Paoletti nei giorni scorsi, riteniamo incomprensibile una scelta di questo genere, a meno che non venga comprovato che si trattasse di un obbligo di legge senza eccezione alcuna: il che, a fronte delle verifiche ad oggi effettuate, non ci risulta.

Advertisements
Annunci
Annunci