Concerto d’organo di Leonahard Tutzer a Fezzano

Fezzano. 

Venerdì 5 giugno ore 21,15

Concerto d’organo nella chiesa di S.Giovanni Battista a Fezzano. Suona il Maestro Leonahard Tutzer, organista di professione che ha studiato al Conservatorio Claudio Monteverdi di Bolzano. Dal 1981 al 1991 si è perfezionato presso la Hochschule fur Musik un darstellende Kunst di Vienna . Dal 1983 svolge attività concertistica come solista e in complessi da camera. Ha effettuato registrazioni per la RAI, la Televisione austriaca ORF e la Deutschlanradio Lultur Dal 2003 è organista presso la Chiesa evangelica di Bolzano.image

Suonerà pezzi di grande difficoltà artistica: Preludio in sol minore di Weckmann; Mon Gort di Dietrich Leyding e  l’aria la Capricciosa Bux Wv 250 e il Preludio in Mi minore Bux Wv 142 di Buxtechude. Preludio e fuga in Do maggiore di Bach e Magnificat di Schedemann

L’organo di Fezzano è particolarmente importante risale al settecento ed è stato restaurato nel 2006 dalla Ditta organaria Dell’orto e Lanzini.

organo1

Un concerto quindi di grande prestigio dell’Associazione Cesar Franck (direttore artistico Ferruccio Bartoletti, coordinamento artistico Miren Elxaniz) che da ben 24 anni organizza una rassegna internazionale di grande rilievo artistico col patrocinio della Fondazione della Cassa di Risparmio della Spezia e il patrocinio del Comune della Spezia.

Un po’ di storia.

L’organo è stato realizzato da Filippo Piccaluga nella seconda metà del ‘700. Inizialmente era destinato alla chiesa di S.Filippo Neri di Genova. Nel 1792 fu acquistato per 1.800 lire genovesi dalla parrocchia di Fezzano. Il trasporto, il rimontaggio e l’adattamento sono stati effettuati da Angelo Luigi Ciurlo. Nel 1907 Luigi Tognotti ha modificato, la struttura  originaria cambiando la disposizione fonica sostituendo l’intera consolle, la meccanica, i mantici, i somieri e molte canne. Nel corso del tempo, l’organo ha subito diversi interventi  e nel 2006, grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia, al comune di Porto Venere e alla proloco di Fezzano, è stato restaurato dalla ditta Dell’Orto e Lanzini, che ha conservato il materiale fonico originario e ha ricostruito quello andato perduto. La cassa, unico elemento storico certo, è stata restaurata da Piero Donati. Il concerto inaugurale si tenne il 15 dicembre 2006. Attualmente l’organo è collocato in  una cantoria posta in controfacciata, decorata con fregi e strumenti musicali realizzati a bassorilievo.. La cassa curvilinea del XVIII secolo, ricorda quella dell’organo della basilica di Santa Maria Assunta a Genova. Dopo il restauro del 2006,  la consolle dispone di due manuali da 51 note ciascuno con estensione Do1-Re5. I tasti diatonici sono in ebano mentre quelli cromatici sono ricoperti d’osso. I registri sono azionabili mediante tiranti a pomolo disposti verticalmente alla destra e alla sinistra dei manuali. La pedaliera è dritta, indipendente e dispone di 27 note (Do1-Re3). Il  temperamento è il Werckmeister la disposizione fonica, utilizzando come riferimento gli organi di scuola ligure coevi.

Advertisements
Annunci
Annunci