28° Trofeo Mariperman 2015

Mariperman 2015. 

MIRANDA III

Sole estivo e brezza gradevole, un meteo perfetto, hanno fatto da cornice alla ventottesima edizione del trofeo Mariperman, organizzato dal Centro Supporto e Sperimentazione Navale della Marina Militare in collaborazione con l’ Autorità Portuale. In ventotto anni, quella che era nata come regata celebrativa per il centenario della fondazione dell’ente tecnico della Marina, ed avrebbe anche potuto non avere seguito, si è trasformata invece in un evento culturale di prima grandezza ed in una festa per tutta la città. La regata c’è ancora, ben inteso, e come nella migliore tradizione della Marina mette insieme classico e moderno, facendo correre, su campi diversi, i giovanissimi sugli optimist, i bellissimi dinghy 12 piedi, i 5,5 stazza intenazionale, le vele latine provenienti da tutta Italia, le  barche moderne e quelle d’epoca.

Il colpo d’occhio del golfo pieno di vele, ma anche la banchina del molo Italia dove hanno ormeggiato gli scafi storici, è stato semplicemente straordinario.

Ma Mariperman non è più solo barche, ha esibito auto storiche di valore assoluto come la Torpedo Blu, le mitiche “vespe” con il loro raduno, i formidabili cani da salvataggio ed una moltitudine di iniziative che hanno incantato tutti, cittadini e turisti di passaggio. Al molo era ormeggiato il meglio della tradizione nautica Italiana, la Maestrale della Marina Militare anzitutto , dove si è svolta la cerimonia di premiazione, poi il fantastico veliero Pandora, vero laboratorio galleggiante di arte marinaresca, l’ Ibis, che per tanti anni ha collegato via mare i borghi del golfo, Oloferne ex barca da lavoro, con il suo carico di libri di mare, Meltemi, piccola nave del 1931 che, dopo aver prestato servizio nella Royal Navy durante l’ultimo conflitto mondiale ha fatto due giri del mondo, e molto altro. Chi non ha avuto modo di vedere le barche in regata le ha però potute ammirare all’ormeggio, dove si sono allineati i più bei legni della vela storica: c’erano tre barche della Marina Militare, “Stella Polare”, “Corsaro  II” ed “Artica II”, tutte e tre vincitrici di importanti regate oceaniche negli anni ’60 e ’50, al comando di nomi mitici come Straulino e Basile; Margaret e Miranda terza, due purosangue da corsa del tipo 8 metri stazza internazionale, già classe olimpica nell’ante guerra; Ilda, del 1946, sempre perfettamente mantenuta e condotta dai suoi armatori, “Madifra” 1965, dell’attuale presidente dell’associazione Italiana vele d’epoca; “Chin blu”, “Namib” e “Voscià”, tutte plurititolate costruite dal famoso cantiere “Sangermani” di Lavagna, ed anche “Ardi”, progettata da Olin Stephens e costruita da Abeking & Rasmusssen nel ’69.

Incidentalmente qualcuno ha vinto e qualcuno no ma alla fine poco importa, ciò che conta e resta significativo è stato vederle ancora tutte le imbarcazioni dare il meglio di sé a dispetto degli anni e fare bella mostra con le loro attrezzature perfette e le vernici scintillanti per il piacere dei loro equipaggi e di tutti  gli appassionati di mare.

PREMIAZIONE MIRANDA III

Claffifica barche d’ epoca:

1° Mirenda terza

2° Margaret

3° Ilda

4° Aleph

Classifica barche classiche:

1° Namib

2° Chin Blu

3° Voscià

4° Madifra

5° Stella Polare

6°Artica II

7° Ardi

8° Corsaro II

Advertisements
Annunci
Annunci