Anna Monteverdi interverrà alla Sorbonne per il convegno Corpo e nuove tecnologie

Si tratta del più grande convegno degli ultimi dieci anni sul rapporto sempre più mutevole tra il teatro e le nuove tecnologie e avrà sede alla prestigiosa Sorbonne Novelle, Parigi. Anna Monteverdi esperta di digital performance è uno dei pochissimi relatori italiani a essere stato invitato a partecipare, insieme a Marco De Marinis, direttore del Dams di Bologna e professore ordinario di Storia del teatro. Con loro autorità riconosciute nel campo dei Media studies come Clarisse Bardiot, Andy Lavender, Béatrice Picon Vallin.

Banniere-web

Un convegno di  4 giorni che a vedere dagli interventi autorevoli e dai titoli, sarà uno straordinario compendio su tutti gli artisti che hanno usato le tecnologie in senso drammaturgicamente rilevante in questi anni di grande trasformazione della scena e delle tecnologie. Io parlerò di un argomento direi nuovissimo, il rapporto tra il videomapping, tecnica di proiezione architetturale e il teatro. Ci saranno qualcosa come 60 relatori da tutto il mondo e solo 5 sono italiani. Il convegno è organizzato in collaborazione con i dipartimenti di ricerca di Spettacolo e tecnologie, del Québec e di Paris 8. Mi sono resa conto che in questi anni la mia ricerca ha portato dei frutti interessanti: molti studenti si sono formati sui miei libri soprattutto Nuovi media nuovo teatro e oggi argomenti che fino a ieri erano considerati impuri e validi solo per studi di sociologia dei media, come il rapporto tra la macchina digitale e il teatro, sono diventati oggetto di studi umanistici e la bibliografia inizia a essere interessante. A breve metterò mano a un nuovo libro su teatro digitale che vorrei comporre seguendo le logiche di scrittura e di lettura del web”.

Advertisements
Advertisements
Advertisements