Massa. A giugno il MemoFest, Festival della Memoria 2015

MASSA – L’1, il 5, il 6 e il 7 giugno il capoluogo apuano sarà animato da una kermesse socioculturale che spazia dalla musica alla scienza, dal teatro alla storia.

Spettacoli, concerti, rappresentazioni teatrali, dibattiti e musica. E’ questa l’anima del MemoFest 2015, che prenderà il via il prossimo 1 giugno a Massa (MS). Un evento che pensa alla memoria come un patrimonio culturale e sociale basilare per una comunità, da trattare in modi e linguaggi altri rispetto alla sola commemorazione del passato.
Per questo, il Direttore artistico Riccardo Ricciardi e la Responsabile dell’organizzazione Alessandra Evangelisti parlano del MemoFest come di un’opportunità per “arricchire l’offerta culturale della nostra città con un evento duraturo capace di attirare un turismo culturale più diffuso nella zona, grazie anche alla creazione di rassegne simili (Anteprime, Convivere, Festival delle Mente)“.
Il Festival  s’incardinerà in tutto il tessuto urbano della cittadina apuana, da Piazza Aranci al Palazzo Ducale, dal Rifugio Antiaereo Martana a Piazza Mercurio, dal Castello Malaspina al Teatro Guglielmi. Molti gli eventi in cartellone, molti gli approcci con i quali gli organizzatori hanno pensato di declinare il tema della Memoria: la Memomusica, il Memoteatro, la Memoscienza, la Memostoria, il Memogame.
Il Festival sarà aperto – lunedì 1 giugno alle 21.30 al Teatro Guglielmi – da Federico Buffa, il grande narratore sportivo di SkySport che porta sul palco “Le olimpiadi del 1936”. Venerdì 5 giugno, alle 17.00 in piazza Mercurio, Piergiorgio Orifreddi, matematico italiano di fama internazionale, parla di “Tecniche della Memoria nella logica e nella matematica”. Lo stesso 5 giugno, dalle 21.30, il cantautore Vinicio Capossela sarà protagonista di un reading al Castello Malaspina, un viaggio di voci e rumori nel corpo del suo ultimo libro “Il paese dei coppoloni”. Sabato 6 giugno, nella magnifica cornice del Castello Malaspina è in programma la festa “Back to the Castle”, musica dal vivo e dj set al tema del celebre film “Ritorno al Futuro”. Infine, domenica 7 giugno alle ore 21.30, il Festival sarà chiuso, ancora una volta al Castello Malaspina, dalla rappresentazione che ha scioccato e meravigliato il mondo al Festival di Edimburgo 2012, La Merda di Cristian Ceresoli e con Silvia Gallerano.
E ancora, domenica 7 giugno alle 18.30, il neurologo Fabio Benfenati parlerà in piazza Mercurio della “Memoria dalla mente alle molecole”; il 5 giugno, dalle 21.00, in piazza Aranci sarà offerta la possibilità di controllare un robot usando solo la forza del cervello, mentre ogni giorno, in piazza Mercurio, saranno allestiti giochi per i più piccoli che uniscono esperienza ludica e memoria e culmineranno in un grande torneo di memory.
Per il ciclo Memostoria, venerdì 5 giugno alle 19.00 in piazza Mercurio l’ex giudice della Corte d’Appello Roberto Settembre racconta i tragici fatti del G8 di Genova: “Bolzaneto 2001: gridavano e piangevano”. Sabato 6 giugno alle 18.30 in piazza Mercurio lo storico Luigi Mascilli Migliorini parlerà del progetto della “Biblioteca condivisa del Mediterraneo”. Lo stesso 6 giugno, alle 21.30 al Palazzo Ducale, Enrico Mannari, direttore scientifico di Fondazione Memorie Cooperative parlerà del ruolo delle donne nelle cooperative: “L’audacia insolente – La cooperativa femminile”.
Advertisements
Advertisements
Advertisements