Verso le Regionali: proposte UISP ai candidati consiglieri

LA SPEZIA- Riceviamo e pubblichiamo da UISP la lettera che verrà inviata a tutti i candidati alle prossime elezioni regionali con le proposte per la valorizzazione dello sport.

Il valore sociale dello sport

“Si intende per sport qualsiasi forma di attività fisica che, attraverso una partecipazione organizzata o non, abbia per obiettivo l’espressione o il miglioramento delle relazioni sociali o l’ottenimento di risultati in competizioni di tutti i livelli” (Consiglio d’Europa, “Carta Europea dello sport”) La novità è questa: l’attività motoria, sportiva, del gioco fra persone di ogni età è diventata un diritto irrinunciabile per tutti perché sviluppa salute, dialogo interculturale, istruzione, inclusione sociale. In modo spesso informale, personale, anche fuori dagli spazi dedicati alle discipline codificate. Non è solo un passatempo, è qualcosa di più, è sportpertutti.

Sportpertutti: una bussola per le politiche regionali.

In questo contesto europeo lo sport si è imposto come baricentro di molti bandi e progetti della Commissione Europea sulle questioni sociali, della salute, della cultura e dei giovani. In Italia lo sport è materia concorrente tra Stato e Regioni dal 2000, secondo quanto previsto dalla revisione del titolo V della Costituzione. Per questo le politiche regionali sono centrali per il futuro dello sport sociale e per tutti nel nostro Paese: non tanto per il loro ruolo nella definizione e la gestione tecnica delle attività delle singole discipline sportive (funzione chiaramente affidata al Coni ed alle Federazioni) quanto per la programmazione e la costruzione delle attività che attuino sul territorio la complessa funzione sociale dello sport.

Salute + benessere = lo sportpertutti diritto di cittadinanza.

Sta quindi alla autonoma iniziativa delle Regioni riattivare il rapporto con il governo nazionale per definire le rispettive funzioni e il quadro dei finanziamenti, al fine di attuare il dettato Costituzionale, rispondendo a quello che è allo stesso tempo un bisogno crescente dei cittadini e uno straordinario strumento di intervento per raggiungere obiettivi di qualità sociale e ambientale.

 Le proposte dell’Uisp La Spezia ai futuri Consiglieri Regionali

1. La Regione Liguria individui nello sportpertutti lo strumento per il riconoscimento del valore sociale, educativo e formativo della pratica sportiva, favorendone l’integrazione con le politiche socio-sanitarie, ambientali, urbanistiche e giovanili. Si individuino uffici di “staff” sullo sport fra i relativi assessorati.

2. Le azioni e gli obiettivi che riguardino e utilizzino lo sportpertutti dovranno essere inseriti nei piani sociosanitari, nei piani di sviluppo, nei piani ambientali, nei programmi turistici.

3. L’identificazione degli spazi e dei percorsi di sport e movimento, in quanto strumenti di riqualificazione urbana, dovranno essere inseriti nelle leggi urbanistiche, anche sulla base di una analisi del bisogno sportivo sul territorio.

4. La Regione Liguria riconosca la funzione sociale dell’associazionismo sportivo e delle sue organizzazioni, componente maggioritaria del mondo del no profit e della promozione sociale, quale strumento determinante per l’affermazione dello sport di cittadinanza.

5. La Regione Liguria promuova, in un rapporto con Enti Locali ed associazionismo, la realizzazione di progetti volti a: garantire il diritto al gioco e al movimento a cittadini di tutte le età, di diversa abilità e categorie sociali; favorire stili di vita attivi; educare ad una corretta alimentazione; favorire l’attività sportiva dell’adolescente; favorire l’integrazione sociale anche in prospettiva interculturale multietnica; educare alla condivisione delle scelte in contesti di partecipazione, corresponsabilità, non violenza e sostenibilità; includere tutti i cittadini nella pratica motoria e sportiva senza discriminazioni dovute alle diverse abilità; favorire ed organizzare una attività motoria sportiva sostenibile, rispettosa dell’ambiente; avviare attività di animazione sportiva come elemento di vivibilità e animazione degli spazi urbani, anche individuando tipologie innovative di impiantistica, più flessibili e meglio inserite nell’ambiente urbano.

6. La Regione Liguria promuova lo sport di cittadinanza, attraverso il rilancio delle opportunità previste dalla Legge Regionale 40/2009, con dotazioni appropriate e procedure che potranno premiare realmente la natura e il valore delle proposte progettuali eventualmente avanzate.

Advertisements
Advertisements
Advertisements