Liguria laboratorio della sinistra. Intervista a Pippo Civati

Abbiamo intervistato Pippo Civati presente alla Spezia per sostenere la candidatura di Luca Pastorino e Rete a Sinistra che ci ha raccontato del lavoro che è stato fatto per dar vita ad un laboratorio di una nuova sinistra alternativa e ci ha spiegato perché l’elezioni regionali in Liguria possono avere una valenza che va oltre la regione: –Hanno una valenza soprattutto per i cittadini liberi che finalmente possono scegliere il candidato che preferiscono, vedo molti argomenti del voto utile usati da persone che hanno lavorato da sempre con gli avversari di oggi. Ci sono persone che hanno fatto una scelta di grande sincerità, non coraggiosa, non siamo degli eroi, però avere abbandonato un posto sicuro un partito grande, avere denunciato i brogli elettorali alle primarie e le cose che non hanno funzionato nel sistema di potere ligure, tutti questi aspetti hanno un valore, quindi è un test sulla qualità della democrazia in Liguria e nel nostro paese.- 

Still 31

Civati ci ha parlato del perché secondo lui è sbagliato parlare di voto utile:- Luca Pastorino non ruba i  voti a nessuno, è sostenuto da persone che non avrebbero votato, che sarebbero state a casa. Vorrei chiedere alla Paita e a Renzi sostenete l’astensionismo? Quello del voto utile è un ragionamento strumentale, i Liguri si turano il naso da generazioni, c’è bisogno di dire che questa volta si può votare per chi si vuole. Dopo aver visto le primarie in cui esponenti del mondo di Scaiola hanno sostenuto la Paita, dopo aver visto certi comportamenti nel Ponente, sapendo che questa regione è così infiltrata dalla criminalità organizzata, io sarei molto attento a votare le persone per bene e io posso garantire che Luca Pastorino lo è. Siamo persone libere, è questo che da’ fastidio.

Civati ha continuato esponendoci quale sarà l’atteggiamento della lista di Pastorino in caso di una vittoria non netta e del perché secondo lui c’è un rischio di un patto del Nazzareno in versione ligure tra Toti e la Paita: – C’è un interesse a costruire un partito della nazione, se vince Pastorino questa cosa si incrina ed è per questo che da’ così fastidio.-

Segue l’intervista video integrale realizzata da Daniele Ceccarini

 

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci