Video proiezione “Origine e significato delle costellazioni” all’Associazione Archeosofica

LA SPEZIA– L’immensità del cielo notturno ha sempre mostrato all’uomo un firmamento disseminato di stelle.
Gli antichi astrologi, in base ad una tradizione via via arricchita di nuove rivelazioni, avevano diviso il cielo osservabile in un certo numero di costellazioni. Durante le loro osservazioni, durate migliaia di anni, si accorsero dell’apparente movimento della sfera celeste e scoprirono il
principio fondamentale per il quale i mutevoli schemi celesti ripetevano con regolarità, a precisi intervalli, la loro configurazione nel cielo..
Questo accadeva sin dalla più remota antichità, e sebbene non sia facile affermare storicamente quale popolo sia stato il primo a scoprire e tramandare gli schemi delle costellazioni, un fatto sembra accertato:
4000 anni a.C. i Caldei già li conoscevano.

L’incontro, ad ingresso libero, si terrà presso l’Associazione Archeosofica (via Crispi 99), sabato 23 maggio, ore 17.00.

Advertisements
Annunci
Annunci