Massimo Caratozzolo (M5S): “Federici & Paita, i due Pinocchi della Sanità”

Se non li conoscessimo, leggendo le dichiarazioni sui giornali di Federici e Paita verrebbe da pensare che i guai degli spezzini, le attese interminabili, le prenotazioni impossibili, l’assoluta inefficienza del pronto soccorso del S.Andrea perennemente intasato dagli arrivi da tutta la provincia stessero per terminare.
In realtà, conoscendo bene la loro (ormai peraltro poco scaltra) propensione alla mistificazione in chiave elettorale, personalmente penso che ci sia da preoccuparsi… e anche parecchio !
Leggo della demolizione del Felettino, quando sbandierata per ottobre, quando rimandata a dicembre.
Leggo della nuova destinazione del S.Andrea.
Leggo tante fregnacce e mi chiedo: ma questi signori pensano che tutti gli spezzini siano scemi, forse solo per il fatto che li hanno votati ?
La logica, infatti, avrebbe suggerito di utilizzare l’area del Felettino per ampliare l’esistente ospedale .
Questo avrebbe sicuramente garantito tempi di esecuzione più contenuti, invece che quelli biblici attuali, e la riqualificazione progressiva del S.Andrea.
La logica perà spesso non coincide con il business. …e allora via al grande progetto faraonico.
Se poi ci aggiungete che il vecchio Felettino è stato praticamente distrutto dal famoso “tentativo” di alzarvi un piano……e sì amici, perché noi qui a Spezia non ci facciamo proprio mancare nulla: assurdi, spendaccioni e INCAPACI !
Eccoci serviti !
In provincia, con tre grandi ospedali, siamo riusciti ad avere una sanità degna di un lebbrosario, dove per allestire un reparto per i malati terminali si deve attendere che vengano recuperati dei posti letti dal Don Gnocchi che a sua volta li dovrà recuperare dal “Don Speranza” a cui li presterà “Don Speriamo bene”.
Vergogna Federici. Vergogna Paita !
La gente muore!   E voi, quando le elezioni si avvicinano, fate discorsacci elettorali “svanverando” soluzioni che non avete e tempi che regolarmente vi inventate
Cominciate intanto a rendere funzionali le strutture esistenti.
Sarebbe bastato battere i pugni in regione per adeguare a suo tempo l’organico che è palesemente sottonumero.
Sarebbe bastato non depauperare i servizi e le professionalità del S.Bartolomeo di Sarzana che ci è costato una fortuna e non siete mai riusciti (o quasi) a far funzionare a pieno servizio.
Sarebbe bastato non distruggere il Felettino con la Vostra incapacità.
Sarebbe bastato non avervi votato rinnovandovi la fiducia per l’ennesima volta.
Almeno ora tacete. Prendere per il sedere chi soffre e per curarsi deve subire le mille angherie da Voi provocate è veramente cosa inaccettabile!

Massimo Caratozzolo “Baldino”, candidato al Consiglio Regionale per il MoVimento 5 Stelle

Advertisements
Annunci
Annunci