Il piccolo grande regno del collezionista Salvatore Viscuso, tra libri e stampe di altri tempi

LA SPEZIA– Qualche settimana fa avevamo pubblicato l’interessante segnalazione dell’esistenza di un vero e proprio studio bibliografico nella nostra città. Abbiamo incontrato il bibliofilo quasi patologico. Salvatore e la moglie ci hanno accolto nel loro piccolo grande regno, una stanza piena di libri, stampe, cartoline, quadri, con vere e proprie chicche che farebbero brillare gli occhi di molti appassionati.
Moltissima letteratura non è mai stata ripubblicata, né tanto meno digitalizzata” dice Viscusoè un patrimonio immenso che, una volta perduti questi libri, sarà irrecuperabile“. Lui colleziona libri da trent’anni e da venti questa passione è diventata anche un lavoro: gira per i mercatini, è in contatto con altri collezionisti, recupera materiale da cantine e vecchie case che vengono svuotate. Ci sono libri dai prezzi abbordabili per tutti e pezzi rari che sono destinati ai collezionisti “patologici” come lui.

Ma, gli chiedo, è un mercato che ha successo? “La fascia media si è molto ristretta” risponde “oggi troviamo o la persona che cerca la roba da un euro o il collezionista extra-lusso, quello alla caccia del super affare, disposto a spendere centinaia di euro“. Collezionisti veri e propri, in sette anni di Cercantico, ne ha trovati forse 10-12. Per le sue mani sono passati incunaboli e manoscritti del Cinquecento (oggi venduti), edizioni Mondadori degli anni Quaranta in cui la casa editrice si scusava per la scarsa qualità della carta e prometteva riedizioni migliori dopo la guerra e tantissimi altri tesori, custodi di una cultura, quella del libro con la “carta che scrocchia“, magari accompagnato da tavole illustrative con firme celebri, destinato a essere letto, riletto e consultato, quindi conservato come qualcosa di prezioso, ben lontana dalla cultura usa e getta dei nostri giorni.

Per tutti coloro che fossero interessati, Viscuso vende e fa consulenze on-line. Il consiglio, però, è quello di prendersi del tempo e vedere coi propri occhi questo patrimonio.
Per contattare Salvatore: www.libriusatirari.com

Advertisements
Annunci
Annunci