Arcola, la beneficenza la fanno donne svestite che sparano: non c’erano alternative?

LA SPEZIA– Cosa non si fa per la beneficenza: questo fine settimana Arcola ospita una “grande manifestazione” che sarà, secondo l’assessore allo sport Gianluca Tinfena, “una straordinaria occasione per valorizzare il nostro territorio attraverso lo sport“. L’evento si svolgerà al Forte Canarbino e prevede la partecipazione di atleti internazionali pluridecorati. Ma qual è lo sport? Se volessimo parlare inglese, lo potremmo chiamare shooting, ma siccome siamo in Italia, diciamo che si sparerà. Tra gli atleti internazionali pluridecorati, ci sarà Michelle Viscusi: di lei in rete si trovano diverse foto, in cui  posa sorridente, con molte armi e… pochi vestiti.

Valorizzazione del territorio e beneficenza devono passare attraverso belle ragazze seminude che sparano? Non c’è davvero altro modo? Inoltre, i soldi verranno destinati all’associazione “Unione dei genitori contro il tumore dei bambini“. Perché associare a un evento per bambini le armi? Perché non organizzare, per loro, giochi, passeggiate nel verde, spettacoli di burattini in cui coinvolgerli attivamente? Forse si otterrebbe qualche soldino in meno, ma sarebbe decisamente più educativo. Sicuramente Emiliana Orlandi (sindaca di Arcola) e l’assessore Tinfena sono convinti che sia davvero una buona occasione, ma qualche perplessità resta…

Fonte: gazzettadellaspezia.it

Advertisements
Annunci
Annunci