Il chiostro del Museo Lia riapre con la mostra fotografica di Isabella Urtis

LA SPEZIA– Nei giorni scorsi al Museo Lia, in occasione della Giornata Nazionale del Giardino, il Garden Club La Spezia ha donato una targa per ricordare il proprio intervento di ripristino e rivalutazione del chiostro storico del Museo. Da quella data, dopo l’interruzione invernale, lo spazio è nuovamente aperto al pubblico come luogo in cui trovare una pausa durante il percorso di visita e conoscere, grazie alle schede botaniche messe a disposizione, le specie messe a dimora che si trovano raffigurate in alcune opere d’arte conservate nelle sale del Museo.
Dal 22 aprile fino al 31 maggio il chiostro del Museo ospiterà inoltre l’esposizione di alcuni lavori fotografici di Isabella Urtis, artista spezzina facente parte della corrente Urbex, di cui è rappresentante di spicco a livello nazionale. L’Urban Exploration, spesso abbreviata in urbex, indica letteralmente dall’inglese l’”esplorazione urbana” e consiste nell’esplorazione di strutture o rovine abbandonate o dimenticate attraverso lo sguardo di appassionati fotografi, che, lasciando solo le orme della loro visita, cristallizzano grazie ai loro scatti lo stato di luoghi pieni di storia e testimonianze di una vita passata.

Advertisements
Annunci
Annunci