Buona scuola: Liguori non sciopererà, i colleghi gli scrivono

LA SPEZIA– Domani, martedì 5 maggio, è in programma un grande sciopero di docenti e personale ATA, per protesta contro la “buona scuola” renziana. Luca Liguori, docente al “Chiodo” ha dichiarato che non sciopererà (www.lanazione.it). Il personale del “Chiodo” ha inoltrato questo comunicato, per porgere al collega alcune domande.

Al nostro collega Luca Liguori che ha spiegato ai giornali i motivi per i quali non aderirà allo sciopero di martedì 5 maggio, ci sentiamo di rivolgere alcune precise domande:
È a conoscenza del fatto che le organizzazioni sindacali hanno da tempo predisposto delle proposte sul merito e che quindi il problema della valutazione non ci spaventa?
È contento però che questo provvedimento non sia inserito nel contratto con dei criteri oggettivi?
È soddisfatto di avere il contratto scaduto dal 2009?
Crede che questo significhi valorizzare e premiare il personale?
È favorevole che il personale ATA sia completamente escluso da ogni provvedimento?
Sa che nella riforma di Renzi non si parla di diminuire il numero di alunni nelle classi?
È a conoscenza del fatto che moltissimi precari hanno frequentato corsi di abilitazione del costo di 3 mila euro e nonostante questo rischiano di non lavorare più, perché i dirigenti potranno attingere da un albo territoriale e le graduatorie saranno dismesse?
È soddisfatto dei finanziamenti alla scuola paritaria a discapito di quella statale?
È a conoscenza del fatto che le assunzioni sono semplicemente il frutto di una sentenza della Corte Europea a seguito dei ricorsi per la stabilizzazione dei precari storici?

Noi a queste domande diamo una risposta precisa e per questo domani scioperemo anche nella nostra scuola!

Un gruppo di docenti e persona ATA dell’istituto Chiodo

Advertisements
Annunci
Annunci