Per la Festa dell’Europa Parma si veste di musica

PARMA – Il 9 maggio 1950 il Ministro degli Esteri francese Robert Schuman pronunciò il discorso che pose le basi dell’odierna Unione Europea. E’ questa la ragione per cui alla ricorrenza di questa data si celebra il giorno dell’Europa, il giorno, cioè, in cui i cittadini dei 28 paesi membri festeggiano la loro appartenenza all’Unione Europea.

Il 9 maggio 2015 segna il 65° anniversario della Dichiarazione di Schuman e coincide con le ”Giornate Europee dell’Opera” (8 e 9 maggio 2015). La concomitanza di questi due avvenimenti ha suggerito di incentrare questa edizione della Festa dell’Europa sulla musica: una lingua universale che nei secoli ha contribuito a favorire la condivisione e la reciproca conoscenza fra le nazioni del continente.

Il Comune di Parma, l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, il Teatro Regio di Parma hanno lavorato di concerto alla realizzazione della Festa dell’Europa 2015 e, ispirandosi al tema delle Giornate Europee dell’Opera, ‘I giardini della musica’, offrono al pubblico sabato 9 maggio l’invito a trascorrere una giornata nei giardini del Parco Ducale, ove dalle ore 15 alle 20, si terranno spettacoli,concerti, giochi, visite guidate, incontri, aperti a tutti, per stimolare la riflessione e il dialogo fra i cittadini e le istituzioni europee e quelle del territorio.

L’iniziativa è stata presentata nella sala consiliare del Municipio, per sottolineare l’importanza che si vuole conferire all’evento: “E’ un’occasione importante di collaborazione fra Comune e EFSA, che rappresenta l’Europa a Parma – ha affermato il sindaco Federico Pizzarotti in apertura dell’incontro – la festa del 9 maggio ci darà modo per riflettere ascoltando musica nella splendida cornice del Parco Ducale. L’Europa – ha concluso il sindaco – ha valore se noi diamo valore all’Europa”.

“E’ un piacere per noi condividere con le istituzioni locali un giorno speciale quale è il 9 maggio – ha sottolineato Bernhard Url, direttore esecutivo di Efsa – e di farlo a Parma, dove vive un pezzo di Unione Europea. Ci teniamo ad avere un rapporto diretto con la città che ci ospita, come dimostrano i dialogo in atto con le scuole e la manifestazione Porte Aperte che riproporremo in autunno”.

L’assessore alla cultura Laura Maria Ferraris ha sottolineato l’importanza di ospitare un’istituzione europea, la cui presenza merita di essere valorizzata anche in chiave di candidatura di Parma a Capitale Italiana della Cultura. “A Parma – ha ricordato l’assessore – abbiamo diverse istituzioni che guardano all’Europa”. Oltre al Teatro Regio, ha citato la biblioteca internazionale “Ilaria Alpi”, il Liceo Bertolucci e il Liceo Toschi (che hanno attivamente partecipato all’organizzazione della manifestazione), il Collegio Europeo e la Scuola per l’Europa. “Quello che proponiamo – ha aggiunto Ferraris – è molto più di un programma di intrattenimento, è un’occasione di riflessione su contenuti alti, affiancata all’opportunità di vivere una bella giornata al Parco Ducale”.

“Abbiamo predisposto un programma ricco e variegato – ha affermato Anna Maria Meo, direttore generale del Teatro Regio – nato dalla volontà di valorizzare i contributi che le istituzioni culturali si sono rese disponibili a proporre al pubblico di Parma per questa giornata, e ci fa particolarmente piacere che siano attivamente presenti anche i due Licei, il “Bertolucci” e il “Toschi”.

Il programma è stato illustrato da Barbara Minghetti , consulente del Teatro Regio per lo Sviluppo e i Progetti speciali: “Il Teatro Regio – ha detto – partecipa per la prima volta alle Giornate Europee dell’Opera, che coinvolgono quest’anno 100 teatri di 24 diversi paesi europei con oltre 1000 eventi gratuiti”.

Alla presentazione sono intervenuti anche i rappresentanti di altri enti coinvolti: I due licei “Bertolucci” e “Toschi”, la casa della Musica (che proporrà musei aperti,caccia al tesoro per i bambini e Traviata in diretta da Madrid), l’Univeristà e l’Amministrazione Provinciale.

Al Parco Ducale il 9 maggio si potranno apprezzare la danza d’improvvisazione del chitarrista Michele Bonifati con la danzatrice Sara Ippolito, il Trio Amadei con i burattini di Patrizio Dall’Argine e Veronica Ambrosini, i solisti e gli ensemble del Liceo Musicale Attilio Bertolucci, i reporter del Liceo Artistico Paolo Toschi di Parma e in chiusura il concerto live-trio di Tim McMillan, incontri con artisti acclamati e giovani talenti, in un percorso realizzato con ParmaJazz Frontiere, Barezzi Live, Società dei Concerti.

Inoltre, ci saranno momenti dedicati a bambini e ragazzi cui si aggiungeranno visite guidate alPalazzo Ducale (prenotazione obbligatoria presso IAT – tel. 0521 218889) e un ricco calendario di incontri che approfondiranno temi diversi legati all’Unione Europea (la sicurezza alimentare, i gemellaggi, le opportunità per i giovani,  il progetto Erasmus, la lettura nelle diverse lingue europee, le fonti energetiche rinnovabili, i bandi della Commissione Europea e molto altro).

In occasione della Festa dell’Europa la Biblioteca di Alice e la Biblioteca Internazionale Ilaria Alpi resteranno aperte proponendo al pubblico un’accurata selezione di autori dei paesi dell’Unione; inoltre, sempre sabato 9 maggio, i Musei della Casa della MusicaMuseo dell’Opera, Casa Natale Arturo Toscanini e Casa del Suono – saranno aperti al pubblico gratuitamente.

Infine, per tutto il weekend (dall’8 al 10 maggio 2015) saranno organizzati altri appuntamenti musicali e letterari, promossi dalla Biblioteca Internazionale Ilaria Alpi, dalla Biblioteca Guanda e dall’Istituzione Casa della Musica, dedicati alla promozione e alla conoscenza dell’Unione Europea.

In caso di maltempo la Festa dell’Europa si sposterà al Teatro Regio.

La Festa dell’Europa 2015 si è avvalsa della preziosa collaborazione di importanti realtà istituzionali della città Università degli Studi di Parma, Comando Provinciale dei Carabinieri di Parma,  Provincia di Parma, Istituzione Casa della Musica, Biblioteche Comunali (Alice, Internazionale Ilaria Alpi e Guanda), Fondazione Collegio Europeo e Scuola dell’Europa che hanno contribuito ad arricchire e valorizzare il programma della giornata e delle iniziative collaterali.

Advertisements
Annunci
Annunci