Pallavolo maschile, Zephyr Trading sconfigge BBS Castelfranco Emilia

ZEPHYR TRADING – BBS CASTELFRANCO EMILIA  3 – 0

PARZIALI: 25-16 / 28-26 / 25-22.

DURATA SET: 20 minuti, 30, 28.

ZEPHYR TRADING VALDIMAGRA: Tosi 3, Paoletti 0, Perissinotto 8, Scatizzi 4, De Rosa 8, Chiti 9, Poli 11, liberi Pozzatello e Botti; n.e. Baldassini, Benevelli, Boggio, Giannarelli. All. Marselli.

BBS CASTELFRANCO EMILIANO MO: Manzini 1, Verucchi 0, Benincasa 9, Pignatti 6, Spiga 13, Caselli 0, Giovenzana 6, Leva 0, Zapparoli 9, Montanari 0, libero Galli. All. Rovatti.

ARBITRI: Matteo Modena e Loris Ferrero (Alessandria).

Stavolta a S. Stefano la Zephyr Trading non si concede distrazioni, né cali di forma e ne scaturiscono quei tre punti che significano matematica permanenza in Serie B2, liberando i gran festeggiamenti di fine match.

La cronaca.
Al Palaconti i padroni di casa si presentano con Tosi al palleggio e Perissinotto opposto, De Rosa e/o Scatizzi centrali, Chiti e Poli di banda con Pozzatello oppure Botti libero; sul finire del chilometrico secondo set farà fugace capolino, in una strana disposizione con doppio palleggiatore, anche Paoletti. Una Bbs Castelfranco forse un po’ rilassata risponde con Verucchi alzatore e Benincasa in diagonale, Pignatti e Spiga al centro dove nel finale si comparirà pure Caselli, Giovenzana e Zapparoli di mano dove si vedrà anche Leva; effimera apparizione pure del “jolly” Montanari. Primo set con poca storia al di là d’un avvio equilibrato che trova le squadre sul 6-6. La Zephyr è avanti infatti per 8-7 al primo time-out tecnico e già di 16-10 al secondo, finisce così con un 25-16 sancito da tre punti di fila di un Chiti in crescendo. Bbs più efficace dal secondo set con Manzini in costruzione al posto di Verucchi, ne scaturisce una frazione persino di mezz’ora, con le squadre a battagliare sempre a uno/due punti di distacco l’una dall’altra con l’eccezione del frangente che vede gli ospiti avanti per 10-14: distacco però “bruciato” in sostanza da un paio di falli consecutivi. Alla fine, a decretare il 28-26 è una botta di Poli, al termine “top scorer” della squadra (dietro però all’avversario Spiga). Partenza-sprint degli “zephyriani” nella terza parte del match, che essi conducono all’inizio per 3-0, successivamente però recupero modenese…ne viene fuori un’altra parte dell’incontro combattuta, tuttavia con accelerazione rossoblu nelle battute conclusive, un po’ come in apertura di frazione: a fare 25-22 (e 3-0) è una schiacciata di De Rosa.

Advertisements
Annunci
Annunci