Le Grazie, primo borgo nel Golfo spezzino con un impianto di defibrillazione pubblico

PORTO VENERE– Da oggi il borgo delle Grazie, primo nel golfo spezzino, ha un impianto di defibrillazione d’emergenza pubblico, posto al centro dei giardini, vicino al porticciolo, in grado di garantire un intervento immediato per la rianimazione delle persone, accorciando i tempi di soccorso in modo drastico. Si tratta della prima colonnina del genere presente nello spezzino e fa parte di un progetto più ampio messo in piedi dalla Pubblica Assistenza Croce Bianca delle Grazie, in collaborazione con il Comune, iniziato proprio grazie alla donazione del l’apparecchio di defibrillazione da parte di un cittadino.
La Pubblica Assistenza delle Grazie, in coordinamento e con il fattivo sostegno dell’Amministrazione Comunale di Porto Venere, ha inaugurato questa mattina, 24 aprile, una postazione pubblica per la defibrillazione cardiaca di emergenza. Si tratta di un primo passo, in un programma unico nel suo genere nella provincia spezzina, per la realizzazione il progetto di soccorso diffuso da sviluppare sul territorio.
Il via è stato dato dall’installazione di una colonnina con impianto di defibrillazione automatica ed assistita presso giardini pubblici del borgo delle Grazie. Il defibrillatore automatico è stato donato da Alberto Belardi, un graziotto che con questo gesto ha garantito la presenza nel borgo di un nuovo strumento di soccorso sempre più indispensabile. Questa struttura, cioè una colonnina di primo soccorso attrezzata per ospitare il defibrillatore in modo che possa essere sempre operativo è pronto all’uso, è stata realizzata dal Comune di Porto Venere ed è stata collocata nel centro storico del borgo, in una zona frequentatissima. Proprio per questo la struttura sarà a disposizione della comunità. Il bel gesto, la generosa donazione di un cittadino, apre la strada allo sviluppo di un nuovo programma salvavita. Si tratta infatti del primo passo per un programma di diffusione delle “pratiche salvavita”, portato avanti dalla stessa Pubblica Assistenza, che nel corso del 2015 svilupperà coinvolgendo le realtà associative e gli operatori commerciali delle Grazie. Oggi la Pubblica Assistenza graziotta ha a disposizione un defibrillatore per ogni mezzo di soccorso, oltre al personale formato per utilizzarli, con questo progetto sarà possibile garantire persone, presenti in paese magari sul posto di lavoro o semplicemente in giro nel borgo, che possano intervenire nei primi minuti di un’emergenza utilizzando il defibrillatore messo a disposizione dalla generosa donazione.

La manifestazione, alla presenza gradita di una rappresentanza degli alunni dell’Istituto Comprensivo di Porto Venere e delle associazioni della zona, è stata volutamente molto sobria in vista del più ampio evento in corso di organizzazione, da parte della Pubblica Assistenza, nel corso dell’estate. Dopo i saluti ed una breve presentazione da parte dei dirigenti della Croce Bianca, presieduta da Federico Casella, vi è stato il saluto del sindaco di Porto Venere, Matteo Cozzani, ed un ringraziamento ufficiale al donatore Alberto Belardi.

Advertisements
Annunci
Annunci