Romeo e Cossu (Arcola Attiva): “Una voragine nel bilancio comunale arcolano”

ARCOLA– E’ una vera e propria voragine finanziaria quella che si prospetta nel bilancio del conto consuntivo 2014 per il Comune di Arcola.
Sicuramente” – afferma il Presidente della 2° commissione economica Salvatore Romeo -“la situazione socio economica e la crisi occupazionale hanno contribuito a far sì che le entrate finanziarie siano state inferiori al previsto di circa un milione di euro e se a queste minori entrate si aggiunge il minor gettito del governo per altri 350.000 € il quadro è davvero preoccupante“.
I “buchi” maggiori si sono registrati sulla TARI (tassa sui rifiuti) per oltre 600.000 €, sulle violazioni al codice della strada per circa 300.000 €, sull’IMU per circa 100.000 € e, come detto, minori entrate dal governo Renzi per 350.000 €.Voragine

Se a questo si aggiunge che la vertenza ENEL per l’ICI arretrata ha visto il Comune perdente in prima istanza nella commissione tributaria c’è solo da mettersi le mani nei capelli!!! Questa situazione si riversa inevitabilmente sull’attività dell’Amministrazione, oramai ridotta al solo pagamento degli stipendi e delle bollette, dovendo trascurare per forza di cose interventi importanti quali la manutenzione del territorio, la sicurezza e iniziative necessarie sul campo del sociale.
Alla luce di questi dati” – affermano i consiglieri Debora Cossu e Salvatore Romeo – “appare ancora più grave la testardaggine della giunta nel aver voluto portare avanti il progetto FAS che ha impegnato il Comune, ad oggi, per oltre 2 milioni di euro e i cui lavori non sono neppure ancora iniziati!!!

Di questo si discuterà nel consiglio comunale convocato per mercoledì 29 aprile alle 17.

Salvatore Romeo – Debora Cossu

Gruppo consiliare “Arcola Attiva”

Advertisements
Annunci
Annunci