Amici, famiglia e compagni ricordano Aldo Lombardi

LA SPEZIA– Un folto pubblico, emozionato e commosso, ha partecipato ieri, domenica 19, alla presentazione del libro “Aldo Lombardi. Un proletario comunista, poeta e scrittore, uno spezzino in trasferta nel Lodigiano“, a cura di Debora Vella, Ivo Batà e Gennaro Carbone, pubblicato grazie alla Camera del Lavoro di Lodi. Per ricordare il Lombardi politico, ma anche l’uomo e il poeta, lo scrittore e l’amico, il padre e l’operaio, sono arrivati gli amici e i compagni di Lodi, dove Aldo visse e combatté molte battaglie negli anni Settanta, assieme al “fratellino”, Ivan Ferrari e al figlio Massimo (che ha parlato a nome di tutta la famiglia Lombardi). Apprezzatissimi tutti gli interventi di ricordo, ma anche le lettura di Katia La Galante e gli intermezzi musicali dei Mappo. Il libro, appena uscito, intende ricordare Lombardi nel decimo anniversario della sua scomparsa e riporta cenni biografico, un saggio di critica letteraria alle sue opere, le testimonianze degli amici e compagni e fotografie d’epoca. Un viaggio nel tempo, tra le lotte per far sì che ai lavoratori venissero riconosciuti diritti che giudicheremmo elementari (come quello a mangiare in una mensa e non in cantiere), o per la sicurezza sui luoghi di lavoro (dopo la morte di un operaio). Lotte lunghe e faticose, per diritti che oggi rischiano di essere cancellati e proprio da una sedicente sinistra.

[vsw id=”0PztVbjjmXE” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

[vsw id=”aZ9iauuG9P0″ source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.