“Settimana della Buona Salute” a La Spezia e Santo Stefano Magra

LA SPEZIA– Lunedì 20 Aprile si apre, anche alla Spezia, la “Settimana della Buona Salute”, promossa da Fipac in partnership con Pubblica Assistenza della Spezia e di Santo Stefano Magra, Auser, Spezia Salute ed Associazione Naturalmente. L’evento avrà come obiettivo prioritario sensibilizzare la popolazione al vivere sano attraverso uno stile di vita equilibrato, che ha come cardini la prevenzione e la diagnosi precoce. Filo conduttore dell’iniziativa è promuovere l’informazione e la conoscenza sugli stili di vita e le buone abitudini, al fine di mantenere le proprie condizioni di benessere per tutta la vita. Saranno eseguiti gratuitamente vari screening e visite, oltre ad essere organizzati dei gruppi di cammino con dimostrazione di attività ginniche adatte per gli anziani che per l’occasione saranno accompagnati da walking leader.

download

Roberto Ferrarini, Presidente provinciale Fipac, sottolinea come “dai dati a livello internazionale emerge che in Italia si vive di più, ma si vive meno bene che in molti Paesi Europei. Questo perché al crescere dell’aspettativa di vita degli anziani (82 anni) non corrisponde un benessere quotidiano. Restringere questo gap deve essere al centro delle politiche della Comunità Europea, del Governo Italiano, delle Regioni e delle Aziende Sanitarie.” “Nuove malattie, ludopatie (1.700.000 over 65) e rinunce forzate ai bisogni legati all’invecchiamento ed alle cronicizzazioni di alcune malattie legate all’età – prosegue Ferrarinireclamano una riorganizzazione profonda dell’assistenza sanitaria e sociale. Ci impongono di migliorare e facilitare l’accoglienza dei pazienti. Richiedono un’assistenza h24, più cure primarie, una medicina di iniziativa, più prevenzione, più integrazione tra sanità e servizi sociali. Diventa necessario, per il Servizio sanitario nazionale, stare sul territorio dove vivono le persone, garantendo quella che viene chiamata “continuità delle cure”, ponendosi anche l’obiettivo di umanizzare l’assistenza soprattutto nel rapporto malato – operatore sanitario. Elemento questo che per la popolazione anziana è estremamente importante.”

Durante la settimana sarà possibile sottoscrivere la petizione avanzata da Fipac direttamente al Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, per chiedere una Sanità più accessibile h24 e per garantire l’estensione degli 80 euro mensili a favore dei pensionati con i redditi più bassi.

Presenti alla conferenza stampa: Roberto Ferrarini (Pres. Fipac Confesercenti), Andrea Frau (Pres. PA della Spezia), Mario Borromeo (Pres. Anteas), Delvigo Claudio (Spezia Salute), Daniela Senese (Naturalmente), Auser della Spezia e PA Santo Stefano

I programmi: slideshare.net

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.