Scrittori di classe: sabato 18 incontro con i bambini al Centro Commerciale La Fabbrica

SANTO STEFANO MAGRA– Un autore di libri per ragazzi, la curiosità deGli stessi, lo spirito di emulazione di chi il successo lo vive sulla propria pelle: un mix del tutto ed ecco servita una vera e propria festa del libro, quella che sabato 18 aprile alle ore 15.30 animerà la galleria del centro commerciale la Fabbrica di Santo Stefano Magra davanti al Conad Superstore.
Perché di festa si tratta: Silvana De Mari incontrerà giovani e meno giovani per parlare del valore della lettura, di come nasce un libro, del libro La nuova dinastia, ispirato ad una storia che gli studenti della classe 2C della Scuola secondaria di I grado Luigi Varoli di Cotignola (Ravenna) hanno elaborato e scritto per il progetto Conad Scrittori di classe. L’iniziativa, ideata da Conad per sostenere e invogliare i più giovani alla lettura e scrittura, si trasforma in una festa per tutti, ambientata nel punto di vendita, moderna piazza in cui ci si incontra, ci si scambiano idee ed opinioni, ci si confronta.

A conclusione dell’evento, sarà offerto un rinfresco a tutti gli ospiti al Bistrò Conad, adiacente all’entrata del punto di vendita.

Una festa e un appuntamento che hanno lo scopo di creare curiosità, spirito di emulazione ed incentivare alla lettura e alla scrittura soprattutto i più giovani, per i quali possono diventare un piacevole passatempo. I dati indicano che quello con i libri è un amore che stenta a sbocciare: solo il 41,4 per cento degli italiani con più di 6 anni di età legge almeno un libro all’anno, rispetto al 43 per cento del 2013 (fonte: Istat). Trend in crescita del 40 per cento, invece, per i libri digitali – gli ebook –, acquistati da almeno 7 milioni di italiani, il 13,1 per cento della popolazione. Si tratta, tuttavia, di numeri ancora molto piccoli rispetto al panorama europeo.

Abbiamo promosso Scrittori di classe perché siamo convinti che il grado di civiltà di un Paese si forma sui banchi di scuola, prima di tutto, con la cultura e il sapere”, fa notare la direzione di Conad. “Riteniamo che la scuola abbia una primaria funzione educativa nel formare i ragazzi e farli diventare futuri cittadini consapevoli del proprio ruolo. Siamo abituati e ci piace sostenere il valore del nostro territorio. E’ nostra intenzione continuare ad investire nella realtà sociale e formativa della scuola, così come stiamo facendo da anni anche attraverso le tante iniziative che nascono all’interno delle comunità in seno alle quali operiamo. Conad ha investito oltre 10 milioni di euro nelle edizioni del progetto Insieme per la scuola, di cui Scrittori di Classe è parte integrante, finalizzato a dotare tanti istituti di apparecchiature informatiche utili ad una moderna didattica. Scrittori di classe è l’ennesima opportunità per rafforzare il legame con il territorio restituendo alla collettività parte di quanto ci viene accordato in termini di fiducia”. La fascia di età in cui si legge di più è quella tra 11 e 14 anni, ma permangono significative differenze territoriali. Nelle regioni settentrionali legge oltre la metà della popolazione di 6 anni e più (50,1 per cento nel Nord-Ovest e 51,3 per cento nel Nord-Est), mentre nel Sud e nelle Isole la quota di lettori è pari al 30,7 per cento. Il numero di libri letti è modesto: il 46,6 per cento di chi legge dichiara di avere letto al massimo tre libri nel corso dell’anno e il 13,9 per cento sostiene di leggere un libro al mese.

Il libro di carta continua ad essere acquistato di preferenza nelle librerie (40,6 per cento, in leggero calo rispetto al 2013) e nei supermercati si registrano, invece, trend positivi nell’acquisto di libri di testo scolastici in virtù del risparmio sul prezzo di copertina e delle promozioni ad esso collegate.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.