Festival della cultura indipendente: mercoledì 15 incontri con gli scrittori spezzini Marcello Delfino e Marco Ursano

Gli appuntamenti de “La cultura in piazza” – il festival della cultura indipendente organizzato da Edizioni Giacché, Cut Up e Laspeziaoggi – proseguono. Il mercoledì l’offerta è tutta spezzina.

Si comincia alle ore 17,30 al Distrò di via Marsala 8 con l’umorismo di Marcello Delfino, autore del libro “E chi se la ricorda… Spèza?” (Edizioni Giacché), presentato da Franca Landi, introduce l’editore Irene Giacché.
Il libro è il racconto garbato ed ironico della Spezia di ieri e di oggi, in cui compare la città, così come gli spezzini l’hanno sempre conosciuta, con alcuni dei luoghi più amati e frequentati a fare da sfondo: il molo, i giardini, la stazione, le botteghe, i cinema e i teatri, come l’ormai perduto Monteverdi. “Si parla di mugugno, frasi biascicate a denti stretti da personaggi che nei bar venivano classificati come ‘cavalli’ o ‘grandi macchie’. – scrive Dario Vergassola nell’introduzione – Una miscela esplosiva di sarcasmo, autoironia, cazzeggio, cattiveria, improvvisazione e velocità di lingua.” Un omaggio divertente e affettuoso alla città ed ai suoi abitanti, dunque. “Pennellate di spezzinità” incorniciate in quadretti lievi ed umoristici, ai quali aggiungono un tocco artistico e “d’antan” una serie di fotografie d’epoca della città, in una veste accurata ed elegante.

Si prosegue alle ore 18,30 al Ristorante Ristrò di via Gioberti 26 con l’incontro con Marco Ursano, autore del libro “Cronache della seconda guerra dell’acqua” (Edizioni Cut-Up), presentato dall’editore Fabio Nardini.
In un futuro prossimo l’Italia è divisa in due, Padania e Italia del Sud. L’acqua è diventata una materia prima più preziosa del petrolio. L’esercito padano assedia la città di Bari per il controllo dell’acquedotto barese, il più grande d’Europa, e incontra una resistenza organizzata e combattiva. Un romanzo corale, che ritrae un’umanità spietata e dolente. Una critica del potere e del militarismo in un romanzo di fantapolitica che è anche thriller, romanzo psicologico e romanzo storico al contrario. Un pretesto per raccontare la nostra contemporaneità.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.