Sarà risarcito il Vigile del fuoco trasferito contro la sua volontà

LA SPEZIA- Dopo il caso del maxi risarcimento di 650 mila euro concesso nel 2014 dal Tribunale Civile di Genova agli eredi del vigile del fuoco spezzino deceduto per esposizione all’ amianto, il sindacato autonomo Conapo mette nuovamente a segno un’altra importante conquista che costituisce un principio per la categoria dei vigili del fuoco.

conapo
«Il Tribunale Amministrativo della Liguria accoglie il ricorso e, per l’effetto, condanna il Ministero dell’Interno a corrispondere al ricorrente l’indennità di trasferta per il periodo dal 21.4.2011 all’8.10.2011, oltre agli interessi legali dalle singole scadenze al saldo ed al pagamento, in favore del ricorrente, delle spese di giudizio, che liquida in complessivi euro tremila».

Così il TAR Liguria ha sentenziato a risarcimento di un vigile del fuoco spezzino che in tale periodo era stato trasferito contro la sua volontà dalla sede centrale spezzina di Via Antoniana al distaccamento di Brugnato e che si era visto respingere dal suo comando la richiesta del trattamento economico previsto dalle normative sui trasferimenti e le trasferte.
«Il nostro sindacato ha fornito al proprio iscritto vigile del fuoco i 3 avvocati di fiducia ed anticipato tutte le spese tenendolo esente da qualsiasi esborso – spiega Riccardo Boriassi dell’ ufficio vertenze del Conapo  – anche perché si trattava di una questione di principio che andava risolta per il bene di tutta la nostra categoria. Ora tutti i vigili del fuoco, non solo spezzini, che hanno dovuto subire trasferimenti e trasferte in una sede ubicata in un comune diverso da dove prestavano servizio e distante oltre 10 Km potranno avanzare richiesta di corresponsione della relativa indennità, anche retroattivamente». «E’ una doppia vittoria per tutta la categoria – continua Boriassi cinque anni fa il nostro sindacato è riuscito a far approvare nella legge 26 del 2010 un provvedimento che ha esteso anche ai vigili del fuoco l’indennità di trasferimento in origine prevista solo per le forze armate e di polizia ed ora, con questa sentenza del Tar Liguria, è stato finalmente chiarito che le indennità spettano anche in ambito provinciale purché ne ricorrano le condizioni di distanza, a differenza delle interpretazioni restrittive della nostra amministrazione».

Il sindacato Conapo era recentemente balzato alle cronache anche per la ferma battaglia legale al Consiglio di Stato per mantenere il servizio regionale di elisoccorso tecnico-sanitario della Liguria affidato ai vigili del fuoco nel ricorso delle società private che ambivano all’affidamento del servizio.  Vertenza che si è conclusa con esito positivo per la regione Liguria ed i Vigili del Fuoco ed il rinnovo della convenzione per altri cinque anni.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.