La Regione Liguria ha deliberato 69 deroghe per l’assunzione di 41 infermieri all’ ASL 5

LA SPEZIA– La Regione Liguria con decreto di Giunta ha deliberato 69 deroghe per l’assunzione di 41 infermieri e altro personale, medico e non, da inserire nell’organico di ASL 5. Ad annunciarlo sono Massimo Federici in qualità di presidente della Conferenza dei Sindaci e Alberto Battilani, Andrea Stretti e Alessio Cavarra in qualità di presidenti dei distretti socio sanitari 17, 18 e 19.

Si tratta di un grandissimo risultato per il nostro territorio che va in controtendenza rispetto alle deroghe concesse alle altre ASL liguri. Oltre a questo si aggiunge l’autorizzazione ricevuta dall’ASL5 per un finanziamento di 10 milioni di euro destinati al piano degli investimenti del triennio 2015-17 che prevede importanti opere strutturali e nuove dotazioni tecnologiche quali: il completamento della ristrutturazione dei padiglioni 5 e 6 dell’ospedale S. Andrea, il restauro e risanamento dell’edificio del dipartimento prevenzione di via Fiume alla Spezia, lavori all’edificio Sanità Animale agli Stagnoni, l’impianto di condizionamento del reparto di Pneumologia a Sarzana, l’ampliamento del Palasalute a Sarzana e interventi al Palasalute di Levanto, il nuovo reparto di emodialisi negli spazi ex Don Gnocchi. Le nuove dotazioni tecnologiche sono: un acceleratore lineare per Radioterapia, il sistema ESW/ESWT litotritore per Urologia, un robot chirurgico interdisciplinare e un angiografo digitale per il reparto di radiologia alla Spezia.

La compattezza, la determinazione del territorio ha contribuito al raggiungimento di un obbiettivo non semplice e per nulla scontato. Nei prossimi giorni verrà convocata una conferenza stampa di approfondimento che entrerà nel dettaglio del provvedimento e fornirà anche risposte ad alcune polemiche da campagna elettorale che in questi giorni sono comparse sulla stampa.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.