Il direttore della ASL5 Gianfranco Conzi non solo mente sapendo di mentire ma è recidivo nella bugia

Il direttore dell’ASL 5 Gianfranco Conzi ha dichiarato di voler valutare se sia stato offeso come pubblico ufficiale. Denuncerà quindi il consigliere sarzanese del M5S Valter Chiappini che nel corso del consiglio comunale del 17 marzo gli ha detto che “mente sapendo di mentire”, riguardo all’assunzione dei 41 infermieri? Conzi si è sentito offeso dall’intervento di Chiappini  dove la frase  “mente sapendo di mentire” è stata trasformata in “bugiardo patentato”. Capisco la suscettibilità del dottor Conzi che, pur con le sue colpe, sta facendo il parafulmine di una situazione politica ormai incresciosa, ma le bugie non si dicono e purtroppo non è la prima volta che lo fa.

Il 15 marzo sul Secolo XIX Conzi affermava: ” faremo il concorso da soli (per assumere i 41 infermieri di cui ha assoluta necessità la ASL spezzina ndr) senza l’autorizzazione della Regione Liguria”, cosa impossibile come confermato oggi, sempre tramite stampa, dall’Assessore Regionale alla Sanità Claudio Montaldo e cosa ben chiara anche per il direttore generale. Solo ieri l’Assessore ha autorizzato le procedure che, evidentemente, mancavano in precedenza.

Mentire significa affermare cose non vere e il dottor Conzi è recidivo nella bugia. Ricordiamo ancora  tutti quando il dottor Conzi dichiarò che l’ultimo piano dell’Ospedale Felettino  non era stato completato perché “l’AIDS non era più una priorità per la Sanità nazionale” e quindi non venivano più stanziati i fondi necessari al completamento di quel piano. Sono convinta, invece, che il dottor Conzi sapesse meglio di chiunque altro che il piano aggiuntivo non è mai stato ultimato perché non ha superato la verifica statica e che durante il collaudo si è seriamente rischiato di mettere a repentaglio l’intera struttura e le persone al suo interno (Felettino, l’ospedale della vergogna. Scandalo da 4 milioni)

Conzi si sente offeso nel suo ruolo di pubblico ufficiale, io  invece mi sento offesa come cittadina e ribadisco che è un bugiardo, magari mi denuncia e avremo finalmente modo di dibattere in tribunale relativamente a tante questioni cui fino ad oggi non ha MAI risposto. In primis continuo a domandare perchè lui e gli altri 3 direttori (Canini, Conti e Carlucci) siano ancora ad occupare quei ruoli da oltre 10 anni mentre la legge anticorruzione, applicata anche dall’ASL 5, prevede la rotazione dei dirigenti e  la durata massima dell’incarico dirigenziale dev’essere di tre anni.

Dov’è il bacino di utenza per realizzare un DEA di II livello al Felettino? Con quali altre ASL si sta confrontando la ASL 5 per arrivare ad avere il numero necessario? (Nuovo Felettino, l’ospedale galattico che non funzionerà)

Quali garanzie ha la ASL 5 sui lavori che si stanno svolgendo al Sant’Andrea? (Lavori per oltre 4 milioni di euro all’Ospedale Sant’Andrea: le ditte che lavorano sotto inchiesta a Bologna, Torino, Genova)

Come sta procedendo l’ASL 5 in seguito all’applicazione del Patto Stato/Regioni? (Sanità spezzina: rischio chiusura emodinamica, oncologia, pneumologia, neonatologia, nefrologia, geriatria?)

Perchè Renata Canini non è stata dimissionata? (Dimissionare subito Renata Canini: la legge parla chiaro, non si citino articoli di legge sbagliati)

Quando verranno aperti il Pronto Soccorso pediatrico h. 24 e l’Hospice?

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.