Baldino e Battistini (MoVimento 5 Stelle): “Le marchette elettorali della sora Lella”

SARZANA Se una banca come il Monte dei Paschi decide di dare in comodato d’uso (cioè gratis) 8 ettari della “Tenuta di Marinella” a un imprenditore piemontese come Oscar Farinetti, nome già molto conosciuto per le ben note vicende legate alla ristorazione di EXPO, la cosa non riguarda i residenti di Marinella di Sarzana, ma semmai i molti azionisti del Monte dei Paschi, vista la non eccelsa salute dell’istituto di credito.
Se però si organizza una conferenza stampa per propagandare l’evento e al tavolo dei relatori siedono il Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, la “benefattrice del territorioLella Paita, attualmente Assessore alle infrastrutture della Regione Liguria nonché candidata al ruolo di governatrice della stessa regione, altri due assessori regionali come Vesco e Guccinelli (ma oggi in Regione a Genova non lavorava nessuno?) nonché il sindaco di Sarzana Cavarra …la cosa comincia ad interessare, pesantemente, anche la cittadinanza.

E sì, cari signori…perché a quel tavolo a questo punto ci sono molti rappresentanti dei cittadini, oltre ad una banca e ad un imprenditore…  E il parere dei residenti, e dunque il dover essere interpellati, diventa addirittura prioritario se è proprio lo stesso Farinetti a parlarne più volte citando la “volontà dei cittadini” e l’ impatto sul territorio!
Allora sì che la domanda sorge spontanea ed è tutta politica:
I cittadini residenti sono stati interpellati circa questa iniziativa?
Esiste o no un percorso facilmente identificabile, attraverso il quale si evinca il loro parere?
Fa sorridere dunque la risposta laconica del Farinetti che a precisa domanda risponde: “Ve lo stiamo chiedendo oggi”, perché questa è una affermazione falsa oltre che ridicola !
Oggi non state chiedendo ma state “comunicando”… come le parole “conferenza stampa” chiaramente indicano (sempre che l’italiano non sia una opinione).
Una cosa è chiedere, altra cosa è comunicare qualcosa che pare si stata già decisa dall’alto.
E allora : ci sarebbe piaciuto capire che ricadute economiche potrebbe avere l’iniziativa di coltivare un ortaggio di Tropea a Marinella, per poi rivenderlo tramite Internet… magari proprio a qualcuno di Tropea!
Ci sarebbe piaciuto capire come l’ortaggio di Tropea, coltivato a Marinella… potrà mai arrivare nella casa del suo acquirente… se non utilizzando un bel mezzo pesante e fortemente inquinante… (alla faccia del biologico e dell’ecologico e dei “nostri” famosi Km 0).
Ci sarebbe piaciuto capire come e quanto e per quanto tempo verranno pagati i giovani (Dio come ci si riempie la bocca… con le disperazioni altrui !) che a Vostro dire, visto la schiera di politici impiegati per questa “marchetta Paitiana” , verranno impiegati in questo assurdo progetto.
Ci sarebbe piaciuto conoscere che fine faranno le tipicità geografiche dei nostri territori e dunque quale rispetto si ha nei confronti del consumatore. Perché per parlare di vera qualità del prodotto, di quelle particolarità che derivano anche dalle condizioni climatiche, ambientali e territoriali, di una zona geografica ben precisa, pare assurdo e fuori luogo indicare come Cipolle di Tropea quelle prodotte alla Spezia o chiamare Pomodorino Pachino quello prodotto a Mantova.
Ecco, tutte domande, cari signori, estremamente lecite ed assolutamente non strumentali !
Strumentale invece è proprio l’uso che si fa dell’imprenditoria, o meglio, di questo tipo di imprenditoria! Strumentale è l’asservimento “double face” delle banche alla stessa… ove ad alcuni imprenditori si regalano dei terreni (non si sa infatti per quanto tempo durerà il comodato d’uso), mentre ad altri (che probabilmente non si prestano a “marchette elettorali”) i terreni vengono sottratti… con buona pace delle imprese che vengono costrette al fallimento e degli operai che vengono lasciati a casa !

Ecco Signori… ora che la “marchetta è finita”… chiariteci un po’ le idee….e andiamo in pace!
L’affaire Eataly by Marinella… è una normale transazione: imprenditore – banca o un progetto che riguarda anche i cittadini?
Se l’ipotesi, come crediamo, è la prima, o peggio, una semplice “boutade elettorale” cioè di un qualcosa che non vedrà mai la luce… abbiamo tutti scherzato e non si tenga conto di quanto successo. Se invece la cosa riguarda anche “il territorio” (che non sono solo gli alberi… ma anche i bipedi che ci abitano)… allora, forza e coraggio: discutiamone insieme, avviamo davvero, per una volta, un processo di vera partecipazione e non solo di presentazione!

Massimo Caratozzolo Baldino
Francesco Battistini

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.