Modifiche al PIT toscano: i civatiani di Massa Carrara scrivono al Presidente Enrico Rossi

Riceviamo e pubblichiamo:

All’attenzione di Enrico Rossi Presidente Regione Toscana.

“Anche all’interno del PD c’è chi è profondamente contrario allo stravolgimento del Piano Paesaggistico regionale che andrà in votazione in Consiglio a causa di un maxi-emendamento dello stesso gruppo consiliare democratico. Ricordiamo che rispetto al piano presentato dall’assessore Marson, il testo andato all’adozione era già stato ampiamente modificato, abbassando il livello delle tutele sulle Alpi Apuane. Si poteva fare meglio, ma quello poteva essere considerato un compromesso, in cui le ragioni della difesa del paesaggio e dell’ambiente cedevano in parte alle ragioni dell’imprenditoria. Poteva essere considerato comunque un passo avanti rispetto alla situazione attuale. Poi un maxi-emendamento proposto dallo stesso gruppo consiliare del PD ha in pratica tolto le tutele sul paesaggio, avvicinandosi a tutte le richieste degli industriali del marmo.

L’assessore Marson ha giustamente ritenuto questo tentativo un vero stravolgimento del piano. Molti si sono dichiarati contrari ed hanno manifestato solidarietà all’assessore, non solo nel mondo ambientalista, ma anche in quello culturale in generale, basti pensare ad Andrea Carandini, che ha scritto allo stesso premier Renzi su questo tema.

L’auspicio del nostro gruppo, pur riconoscendo il tentativo del presidente Rossi di trovare una mediazione, è che si ritorni al testo adottato in Consiglio, già frutto di un complicato compromesso. Contrariamente purtroppo si aprirà una nuova fase di distruzione delle Apuane, patrimonio indisponibile di tutti, e di svalorizzazione dello stesso marmo, trattato alla stregua di un qualsiasi materiale di cava. Con pesanti negative ricadute sulla stessa Regione Toscana, che del paesaggio aveva fatto una bandiera”.

Le firme: Milene Mucci, Massimo Dadà, Stefano Alberti, Antonio Tondani, Mirco Casini, Giulio Francesconi, Pina Bigini, Marco Rivieri, Fabrizio Tomassini, Sirio Antonio Fusani, Roberto Orsini Ghanai, Antonio Moriconi.

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.