Giulio Guerri: “Sempre più remota, per gli spezzini, la possibilità di avere un hospice”

LA SPEZIA- Il consigliere comunale Giulio Guerri, portavoce della lista civica “Per la Nostra Città” ha presentato una nuova interrogazione per denunciare l’ennesimo segnale che dimostra che non c’è nessuna speranza per gli spezzini di avere nei tempi dovuti un hospice, struttura fondamentale per consentire un fine vita dignitoso ai malati terminali e che da anni costituisce una delle più gravi lacune del sistema sanitario locale. “Oggi abbiamo appreso in Commissione dalla direttrice amministrativa dell’Asl 5 che, nei programmi, c’è l’idea di fare un hospice a Sarzana in tempi da combinare con le fasi inerenti alla demolizione del Felettino e e quindi non inferiori ai due anni/ due anni e mezzo. Un’attesa che dimostra ancora una volta come la sensibilità della classe politica da cui dipendono le sorti della nostra sanità sia ben lontana dai bisogni fondamentali della cittadinanza“. Guerri su questo chiama in causa il Sindaco, ricordandogli i suoi doveri in quanto massima autorità sanitaria locale e presidente della conferenza dei Sindaci dell’ambito “Spezzino”.

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.