Lettera aperta a Beppe Grillo: dimostri impegno concreto per la Regione Liguria. Ritirare la candidatura di Alice Salvatore e seriamente tutti uniti sotto un unico nome

Signor Beppe Grillo,

dalle scelte elettorali del M5S in Liguria passa la vittoria o la sconfitta del “sistema Burlando” (che poi è il sistema Burlando-Scajola, come ormai hanno chiaro anche i più ingenui).

Se il M5S compirà definitivamente la scelta di chiudersi nel proprio recinto, spianerà la strada alla vittoria di quella Raffaella Paita vincitrice di Primarie condizionate da massoneria e mafia. Se il M5S compirà una svolta e decidesse di appoggiare un candidato indipendente di assoluto rigore morale ed incarnazione della coerenza delle battaglie contro la devastazione del territorio, dell’economia e della cosa pubblica, allora la possibilità di sconfiggere quel “sistema” diventa concreta.

Lei, signor Beppe Grillo, nel 1997 firmò un appello, insieme a personalità come Antonino Caponnetto, Fabrizio De Andrè, Fernanda Pivano, Mario Luzi, Corrado Stajano, a sostegno della candidura a Sindaco di Genova di Adriano Sansa. Una candidatura “civile” contro le logiche e perversioni dei Partiti.

Quella battaglia di allora è la stessa di oggi.

Per questo le chiediamo: se veramente vuole contribuire con il M5S a sconfiggere quel “sistema” che ha devastato la Liguria, è disposto ad appoggiare con il M5S un candidato integerrimo e dall’assoluto rigore morale che non sia espressione del M5S e che possa raccogliere consensi anche tra coloro che il M5S non lo votano?

Mancano pochi giorni perché tutte le carte della prossima competizione elettorale in Liguria siano ufficializzate. Ha ancora la possibilità di decidere se vuole con il suo Movimento contribuire a voltare pagina o se invece, come i vecchi partiti e partitini, preferisce che tutto resti immutato.

Ci dia una risposta.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.