“Bray fece un abuso di potere?” il Comune attacca e in Piazza Verdi arriva La 7

LA SPEZIA– Chi pensava che dopo la sentenza del Consiglio di Stato, che ha -di fatto- dato ragione al Comune, si quietasse la questione Piazza Verdi, si sbagliava. Infatti il Comune ora è partito all’attacco contro l’ex Ministro Massimo Bray, “colpevole” di aver fatto un “abuso di potere” con il famoso tweet del 15 giugno 2013, con il quale chiedeva che sul progetto venissero effettuate ulteriori verifiche.tweet-bray

A questo tweet seguì poi un documento ufficiale, inviato il 17/6/2013, che sospese il taglio dei pini a motoseghe già accese. Sul perché non fu un abuso di potere si è espresso molto chiaramente il giurista Marco Grondacci in uno degli ultimi articoli pubblicati sul suo blog (Note di Marco Grondacci: Bray nessun eccesso di potere, solo esercizio di vigilanza).

La nuova polemica, comparsa qualche giorno fa sul quotidiano “Il Secolo XIX“, non è apparentemente destinata né a scemare, né a rimanere relegata alla realtà locale, perché se ne parlerà lunedì prossimo, 2 marzo, alla trasmissione “L’aria che tira“, in onda su La 7 dalle 11 alle 13:30, con un’intervista a Massimo Federici. La troupe del programma ha ascoltato questa mattina anche il punto di vista del Comitato, dando la parola al portavoce Massimo Baldino e alla botanica Olimpia Cecchi. “L’aria che tira” non entrerà nel merito del progetto, ma si focalizzerà esclusivamente sul presunto “abuso di potere” dell’ex Ministro.

Il Comitato, inoltre, assieme alle Associazioni ambientaliste, terrà un’assemblea pubblica venerdì 6 alle 18 alla Sala della Coop di Via Saffi, in cui verrà spiegata nel dettaglio la sentenza. Di Piazza Verdi e del tanto contestato progetto Vannetti-Buren (che dovrebbe essere consegnato alla città entro la fine del 2015), si continuerà ancora a parlare.

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.