Il Teatro della Tosse ha un nuovo direttore: Amedeo Romeo (e il Civico della Spezia ancora niente..)

Il comunicato arrivato questi giorni del Teatro della Tosse che annuncia la nomina di Amedeo Romeo, parla di una nuova direzione a cavallo tra l’artistico e il manageriale. Si legge anche che questo requisito risponderebbe maggiormente alle richieste del Ministero. Che però per il momento, non ha ancora inserito la TOSSE tra i teatri riconosciuti a rilevanza culturale, proprio nei quarant’anni del teatro genovese. Del resto la commissione MIBACT che ha dato il suo responso ieri, ha declassato anche lo Stabile di Genova che non è rientrato tra i sette fortunati Teatri Nazionali mentre  la Toscana con Firenze e c. sta sul podio.

Amedeo Romeo dopo la laurea in Economia e Commercio, per oltre vent’anni ha affiancato all’attività di regista e scrittore quella di organizzatore teatrale, curatore di eventi e formatore manageriale – con collaborazioni con istituzioni come l’Università Bocconi e l’ordine degli avvocati di Monza e multinazionali come BNP Paribas, Apple, Cerved spa (tra le altre), per le quali si occupa di formazione nell’ambito della comunicazione e del networking.

 Dal comunicato “Tale nomina è stata ispirata dalla necessità di consolidare l’attività del nostro teatro attraverso l’implementazione di un nuovo modello organizzativo e gestionale, sulla scorta dei fortunati esperimenti della storia del teatro italiano nei quali la separazione tra la figura del regista residente e quella del direttore si è mostrata altamente proficua per sviluppare una politica culturale complessa, coerente con le scelte artistiche del regista residente, ma aperta a collaborazioni di ampio respiro”.

“La stagione 2015-2016 sarà il primo tassello di un progetto triennale firmato da Amedeo Romeo, che continuerà a lavorare in stretta sinergia con il consiglio d’amministrazione e il suo presidente Emanuele Conte. Verrà portato avanti il percorso intrapreso con le cinque stagioni presenti nella nostra programmazione: In Trionfo, programmazione nella sala Aldo Trionfo dedicata prevalentemente al teatro visivo e alle grandi produzioni nazionali e internazionali; Cantiere Campana, programmazione nella sala Campana, di spettacoli di nuova drammaturgia contemporanea, innovazione, ricerca, multidisciplinari;  La Tosse in famiglia, rassegna domenicale dedicata a bimbi e famiglie composta da circa 20 appuntamenti annuali  a cui si collegano  esperienze laboratoriali e incontri; Il teatro per le scuole, percorso dedicato in maniera specifica alle scuole dell’infanzia e primarie; La Claque in Agorà, contenitore a 360° gradi rivolto alle emergenze artistiche del territorio, alla diffusione della cultura della musica contemporanea, in tutte le sue forme dall’elettronica al folclore, e a tutte quelle iniziative che creano occasione di aggregazione reale per giovani”.

 

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.