Il Grand Prix dell’Opera al Regio di Parma. Gala internazionale del bel canto condotto da Fabrizio Frizzi

PARMA – Sarà Fabrizio Frizzi, il popolare conduttore televisivo, a condurre la prima edizione del Grand Prix dell’Opera che si svolgerà al Regio di Parma il 28 marzo 2015. Al fianco del popolare presentatore farà gli onori di casa Manuela Boselli, volto “storico” di Tv Parma. Sul palcoscenico del Regio si avvicenderanno tre generazioni di artisti lirici alcuni dei quali di fama internazionale.  E’ già stata confermata la presenza del soprano Fiorenza Cedolins , uno dei più acclamati e famosi soprano italiani nel mondo. La Cedolins fa il suo ritorno a Parma dopo una trionfale esecuzione del Requiem di Verdi nell’ottobre del 2013 in occasione del bicentenario. Una presenza sicuramente gradita per tutto il pubblico del Regio.

cedolin

La “squadra” delle nuove proposte (ci ricorda molto Sanremo) vedrà l’alternarsi di sei nuovi talenti italiani: per l’occasione il Regio rappresenterà per questi artisti una vetrina importantissima a livello internazionale e l’emozione metterà a dura prova l’esibizione di cantanti non ancora affermati ma già in possesso di un curriculum artistico e formativo di ottima caratura. Molti artisti del passato incassarono proprio a Parma quel primo successo che determinò una “promozione” in serie “A” nel mondo del melodramma : così fu anche per il baritono Renato Bruson che non perde mai l’occasione per riconoscere l’importanza del teatro reggiano. Ma il Grand Prix Dell’Opera non si limiterà alle sole esecuzioni musicali ma inviterà nel parterre personaggi “storici” del mondo della lirica a cui verrà consegnato un meritato premio alla carriera. Salirà sul podio d’orchestra (la SinfoLario di Como) il M° Roberto Gianola, un direttore di “nuova generazione” considerato dalla critica una delle più interessanti eccellenze del momento. A soli quarant’ anni ha già diretto oltre 50 orchestre in tutto il mondo ed il suo nome è spesso presente nei maggiori teatri d’oltre oceano.

lorgo

Il Grand Prix Dell’Opera è anche un format per la tv proprio perché le aspettative del “patron” Maurizio Macaluso sono indirizzate anche in una futura prospettiva televisiva tant’è che prima edizione sarà registrata in HD come numero zero per il piccolo schermo. “Ho scelto Parma” dichiara Macaluso “perché considero il Regio uno dei principali teatri del mondo . Raccogliere gli applausi del pubblico parmigiano è una delle più importanti gratificazioni per la carriera di un musicista lirico, quasi una laurea ad honorem di cui ogni artista che ha vissuto questa esperienza va fiero. Il Regio deve tornare ad essere l’epicentro della cultura del melodramma italiano ed è un dovere per tutti creare situazioni che lo rendano tale: il Grand Prix Dell’Opera nasce e spero rimarrà a Parma, confidando anche per il futuro nella collaborazione dei privati e delle associazioni vicine al mondo della lirica. collaborazione che la struttura teatrale ci sta fornendo per ottimizzare la riuscita della serata.”

Ciliegina sulla torta la storica Corale Giuseppe Verdi di Parma che attraverso la propria presenza non potrà che arricchire un programma musicale di primissimo ordine. Insomma, gli ingredienti per un Gran Gala operistico ci sono tutti così come è facile intuire gran fermento ed entusiasmo da parte dell’organizzazione e dei Lions Clubs distretto Langhirano Tre Valli , partner principale per la realizzazione dell’evento. I biglietti saranno disponibili dai primi giorni di marzo presso il Botteghino del Teatro così come la definizione dei nomi dei partecipanti e del programma musicale dell’evento.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.