Nicola Busco (IDV): Monterosso, per i residenti la priorità è la sicurezza

MONTEROSSO- Riceviamo e pubblichiamo da Nicola Busco, referente IDV delle Cinque Terre.

Ancora una volta mia malgrado mi vedo costretto ad intervenire sui lavori fatti in fretta nel post alluvione, evidenziando che purtroppo alcune mie previsioni passate, alle quali con buona volontà si poteva rimediare, stanno lentamente ed inesorabilmente venendo a galla. Un altro muro  è crollato,  un’altra opera fatta in “Somma Urgenza” dalla laboriosa Giunta del “fare”, ex Giunta  Betta, per mitigare il rischio Idro-Morfologico  nel Bacino del Rio Cusano costata alle nostre tasche 242.999,80 Mila Euro. Il Rio Cusano è una grande Valle parallela al Morione, durante l’alluvione ebbe un ruolo comprimario nell’allagamento e distruzione di parte dell Asilo Infantile, dell Albergo Suvenir e delle tante attività, cantine e fondi commerciali che da Via Gioberti sfociano in Via Roma, la strada principale del paese rivierasco. E’ già il terzo muro che crolla, a distanza di un anno dai lavori, muri tirati su con un cemento che dovrebbe legare le pietre, però sono bastate poche gocce di pioggia tra sabato e domenica scorsa  per farlo crollare.
Ora parte di quel muro lungo circa 8 metri per oltre 4 di altezza, giace lungo il letto del torrente, per fortuna che andiamo verso la primavera, domani però a chi toccherà ripulire e mettere in sicurezza ? Una domanda che per noi di IDV e sopratutto per il partito che qui rappresento è di vitale importanza, la nuova Amministrazione che purtroppo si è ritrovata sulle spalle anni di governo “del fare” della passata giunta, al momento non si è ancora espressa. IDV  chiede al Sindaco Moggia un intervento pubbico al riguardo, e magari un Consiglio straordinario. Giorno dopo giorno aumenta la percezione di paura, vivere nel centro storico con la gru del parcheggio sequestrato 3 anni fa sulla testa spaventa, aver appreso dalla stampa che la briglia del Torrente Morione potrebbe essere stata collaudata per “corrispondenza” ci fa rabbrividire, i muri crollati appena costruiti nei pressi del Plesso Scolastico di Via Servano ricostruiti a tempo di record ci fanno tremare per i nostri figli che passano tutti i giorni li sotto. Siamo certi che la   Magistratura  Spezzina che sta indagando, a prescindere che chi e come sarà coinvolto, darà  la giusta risposta, cosa al momento più importante ed urgente per noi residenti è la sicurezza.
Ci chiediamo oggi chi è in grado  di garantire la sicurezza alle oltre trecento  persone che risiedono qui? Chiediamo risposte.

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.