Bonelli: Comune di Vezzano Ligure, problemi di degrado e mancanza di trasparenza

VEZZANO LIGUREMario Bonelli, in qualità di cittadino di Vezzano, pone all’attenzione dell’amministrazione vezzanese, due situazioni inquietanti.
La prima è il degrado ambientale esistente nella zona “palazzi peep”, nelle vicinanze del  “boschetto”, un presunto parco, dove all’interno insiste “una struttura in legno” attualmente transennata, per evitare che  vandali continuino  lo smembramento, o lo usino impropriamente. A tale proposito Bonelli ricorda che le amministrazioni precedenti, sempre a targa PD, avevano progettato l’opera, che costava circa 250.000 euro, mai attuata; attualmente, coperte da rovi, rimangono solo le macerie:  uno spreco di denaro pubblico che può essere materia per la Corte dei Conti. Oltre questo, Bonelli evidenzia  che gli abitanti dei palazzi peep, adiacenti al “boschetto”  hanno, come vista, un mare di canne, che ormai  da un anno, non vengono tagliate né viene effettuato lo sfalcio dell’erba. L’incrocio al ponte ferroviario è diventato molto pericoloso, per coloro che dai palazzi, percorrono in auto la strada  verso Fornola, per la mancata visuale, causata delle canne non tagliate, senza considerare  che  tale strada è lasciata  nell’incuria totale, sia per mancanza di controlli sia per gli arbusti ai lati della strada stessa.
La seconda situazione: il comune non pare in linea con quanto stabilito dalla Legge sulla  pubblicazione  dei documenti contabili (bilanci), all’insegna della trasparenza della finanza locale. Un tema, questo, che trova sicuramente  scarso interesse, nella quasi totalità della popolazione vezzanese, ma che risulta essere un obbligo di legge, il cui mancato rispetto da parte dell’amministrazione  viene sanzionato. Infatti  la Legge recente ha introdotto alcuni puntuali obblighi di pubblicazione dei documenti di programmazione e di rendicontazione degli enti locali al fine di assicurare la più ampia trasparenza degli andamenti finanziari del comune e con ciò agevolare la loro conoscibilità da parte dei cittadini-utenti-contribuenti, chiamati ad esercitare il c.d. Controllo interno ed esterno. La Legge impone alle pubbliche amministrazioni pubbliche di redigere un rendiconto semplificato per il cittadino, da divulgare sul proprio sito internet, recante una esposizione sintetica dei dati di bilancio,con evidenziazione delle risorse finanziarie umane e strumentali utilizzate dall’ente, nel perseguimento delle diverse finalità istituzionali. Si tratta di un documento che intende fornire alla collettività amministrata una lettura facile ed immediata dell’azione degli amministratori. Inoltre la Legge impone l’obbligo di divulgazione del “piano degli indicatori”.
Nel caso del Comune di Vezzano, osserva Bonelli, il rendiconto 2013,  pubblicato nel sito del Comune in maniera sintetica, non permette né una lettura facile né immediata, tale da comprendere come è stata condotta l’azione amministrativa, e inoltre mancano anche gli indicatori di bilancio, obbligatori per Legge.

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.