I Sindaci della Provincia scrivono a Enel

LA SPEZIA– I Sindaci della provincia hanno inviato una lettera alla direzione di Enel.

Di seguito il testo integrale della lettera:

“Il 16 gennaio 2015 abbiamo incontrato la delegazione sindacale di Filctem-Cgil, Flaei – Cisl, Uiltec-Uil in rappresentanza dei lavoratori di Enel Infrastrutture e Reti La Spezia, a seguito delle scelte aziendali assunte a livello di Area Nord-Ovest. Nell’occasione siamo stati informati degli sviluppi della vertenza in corso con Enel Distribuzione: le OO.SS. hanno riconosciuto all’azienda, per quanto riguarda l’articolazione organizzativa di presidio del territorio nella Zona della  Spezia, di aver accolto buona parte delle richieste di modifica della sua proposta iniziale. Infatti, Enel Distribuzione ha implementato il numero delle unità operative con la creazione della nuova unità operativa “la Spezia Esterna”. Tale cambiamento ha permesso il mantenimento degli attuali presidi territoriali di Sarzana, Sesta Godano e Levanto, che sono il riferimento naturale dei territori della Val di Magra, della Val di Vara e della Riviera. Successivamente le OO.SS. hanno osservato che il raggiungimento di questo positivo risultato rischia di essere vanificato se l’azienda non darà corso alle previste nuove assunzioni per la realtà della Spezia. È stato evidenziato il rischio che le responsabilità di gestore unico del servizio elettrico, di cui è titolare Enel nel nostro territorio, siano affidate a presidi svuotati e privi delle imprescindibili e necessarie risorse operative. Le rappresentanze sindacali hanno denunciato l’iniziativa unilaterale dell’Enel di aver ridotto, dal 5 Gennaio u.s., la presenza contemporanea dei reperibili operativi nella zona della Spezia da 12 a 10 unità (a differenza delle altre zone Liguri che vengono nel complesso aumentate), e manifestato forte preoccupazione per le conseguenze che si determineranno, sia sulla qualità del servizio offerto ai cittadini che sul presidio del territorio. Le OO.SS. hanno evidenziato come la scelta aziendale mortifichi la disponibilità ed il sacrificio dei lavoratori della zona della Spezia, che in questi mesi si sono adoperati per garantire un’adeguata copertura del servizio di reperibilità nel nostro territorio, sia in presenza delle quotidiane criticità strutturali che di fronte alle sempre più frequenti e gravose allerta meteo, confermando la volontà dell’azienda di ridurre deliberatamente la propria presenza  nelle zone più periferiche perché meno remunerative. Tale scelta aziendale è ritenuta profondamente sbagliata, conseguenza delle mancate assunzioni in sostituzione della fuoriuscita del 20% di personale operativo, causa di una ulteriore e strutturale della presenza del personale stesso nel comprensorio spezzino. Tale scelta, inoltre non ritenuta condivisibile anche perché effettuata senza far alcun riferimento ai carichi di lavoro passati ed alle pesanti ricadute che possono determinarsi, soprattutto rispetto alla qualità del servizio ai cittadini ed al presidio attivo del territorio. Viene infine lamentata, dalle OO.SS, la mancata risposta delle strutture aziendali territoriali alla richiesta d’incontro urgente del 30 dicembre 2014 (prima dell’entrata in vigore del provvedimento aziendale). Le stesse si riservano di promuovere un incontro con la Prefettura Spezia in merito alle gravi ripercussioni che potrebbero portare, se confermate, le attuali determinazioni aziendali.

Alla luce di quanto sopra i Sindaci della provincia della Spezia,anche in riferimento ai contenuti della precedente lettera inviata alla vostra attenzione il 9 agosto 2014,chiedono, nell’interesse delle comunità che rappresentiamo e nel pieno rispetto dei rispettivi ruoli, che in occasione dell’auspicato incontro Vi adoperiate a favorire la positiva conclusione della vertenza in corso, valorizzando i primi importanti risultati ottenuti attraverso un condiviso adeguamento dei livelli occupazionali ,finalizzati al miglioramento della qualità del servizio ed al presidio del territorio.”

 I Sindaci della Provincia

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.