Pallavolo maschile: La Zephyr cede al forte Stadium al tie-break

ZEPHYR TRADING – STADIUM MIRANDOLA 2 – 3
ZEPHYR TRADING VALDIMAGRA: Tosi 8, Perissinotto 15, Aldovardi 2, Giannarelli 8, Poli 11, De Rosa 16, Scatizzi 7, Pozzatello e Botti liberi; n.e. Paoletti, Benevelli, Zoppi. Allenatore: Marselli.
STADIUM MIRANDOLA MO: Ghelfi G. 0, Nicolini 3, Ghelfi F. 18, Dombrowski 18, Garusi 12, Andreatta 1, Persona 10, Castrogiovanni 5, Bertarello 1, Bottecchi libero. All. Pinca.
ARBITRI: Cosimo Raguso e Domenica Katia Forte.
PARZIALI: 21-25, 25-18, 25-18, 21-25, 14-16.
DURATA SET: 24 minuti, 20, 21, 27, 16.

Replay”. Come nel precedente impegno interno, avversario il pure molto quotato Ravenna, anche davanti allo Stadium Mirandola la Zephyr Trading perde per 14-16 al quinto set al termine di brillante prestazione. La differenza sta nel fatto che mentre contro i romagnoli i rossoblu avevano sfoggiato una poderosa rimonta da un passivo di due set a zero, sul due a uno a favore invece, di fronte agli emiliani parevano avere davvero il match in pugno. Peccato, tuttavia l’impressione è di nuovo che si tratti di un punto guadagnato anziché di due persi, dato il quarto posto in classifica degli avversari e nonostante la sconfitta abbia risucchiato capitan Tosi e compagni nella zona-retrocessione del Girone D della Serie B2. La cronaca…
Al Palaconti la Zephyr, priva di Baldassini in procinto di operazione e senza più Baruzzo partito per l’estero, si schiera con Tosi in costruzione e Perissinotto opposto; poi ci sono di banda Giannarelli e Poli, al centro Scatizzi e/o un De Rosa che risulterà il miglior realizzatore locale, da libero si alternano Botti e Pozzatello in ragione delle precarie condizioni fisiche di quest’ultimo.
Da parte loro, i modenesi si presentano a Santo Stefano Magra con Giacomo Guelfi al palleggio e suo fratello Francesco in diagonale, capitan Dombrowski e Garusi all’ala; i centrali sono Persona e Castrogiovanni mentre da libero giostra Bottecchi.
Il 3-3 d’avvio lascia subito presagire un primo set e più in generale un incontro equilibrato. Ad ogni modo gli ospiti scattano presto sul 5-8 al primo time-out tecnico, conservando i tre punti di distacco al secondo, finché un fallo decreta il 21-25 a loro favore.
Il 2-4 con cui si apre la seconda frazione di gara, fa pensare alla medesima falsariga pure qua, invece tre battute al fulmicotone consecutive (le prime di De Rosa e l’altra di Poli) consentono ai padroni di casa di “sorpassare” sino al 6-4 e andare sull’ 8-6 al primo t.o.t. Mister Pinca comincia allora a ricorrere al “jolly” Andreatta, nonché utilizzare in regìa pure Nicolini oltre a G. Guelfi, ma tutto ciò non impedisce agli “zephyriani” di trovarsi sul 16-11 al secondo “out” tecnico e aggiudicarsi il set per 25-18 allorché un servizio gialloblu finisce in rete.
Altrettanto netta, al di là del 4-4 iniziale, la supremazia valligiana nella terza parte del confronto, che trova i locali avanti per 8-5 e 16-13 ai due “time” tecnici. Pinca fa seppur brevemente alzare dalla panchina il centrale Bertarello, cosa che non impedisce agli “anfitrioni” di fare 2-1 con un 25-18 sancito da un fendente di Tosi.
Veemente reazione ospite nel quarto set, che coach Marselli non riesce a contrastare nemmeno giocando di mano la carta Aldovardi, autore in un battibaleno di due punti che riavvicinano i suoi sul 14-17. Finisce 21-25 su un fallo e si va al quinto.
Ivi, lotta serrata che passa dal 4-4 all’ 11-11 e ancora al 13-13, finché un servizio di F. Ghelfi fissa il 14-16 che consegna allo Stadium il 2-3.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.