Falso allarme punteruolo ai Giardini Pubblici: l'allerta però rimane

LA SPEZIA– Era stata segnalata al Comune una palma ai Giardini Pubblici, accanto alla statua di Nazario Sauro, che sembrava affetta da punteruolo rosso, in quanto presentava alcune caratteristiche attribuibili (almeno “a vista“) alla presenza del pericoloso parassita. Per fortuna, però, la palma non risulta attaccata dall’insetto che si nutre delle foglie verdi determinandone la rottura. Infatti l’albero risultava già “sofferente” prima della diffusione del punteruolo e il suo stato è dovuto probabilmente alla vicinanza con un cedro che sottrae luce e sostanze nutritive alla palma e a un attacco fungino.
Vittima” di un fungo risulta essere anche una palma della Passeggiata Morin (localizzata vicino al Piccolo Faro); l’albero è stato sottoposto a cure con prodotti fitosanitari, che per ora non hanno sortito alcun effetto.

Ricordiamo, ancora una volta, che il punteruolo rosso è comunque presente in città e che ciascuna segnalazione è ben accetta, in quanto utile per arginare il problema.

Come si riconosce.
L’insetto adulto è un coleottero di 4, 5 cm di colore rossiccio che deposita le uova nelle parti più giovani e dunque più tenere delle piante.
Dalle uova nascono le larve di colore bianco che iniziano a scavare gallerie nutrendosi delle parti più tenere della pianta.
I primi sintomi riscontrabili sulle palme sono l’asimmetria della chioma e la presenza di foglie spezzate o con margini seghettati.
Successivamente il danno si presenta sempre più intenso con la cima che si piega e la chioma che si appiattisce. La pianta, da un’osservazione a distanza, appare come appiattita.

Chi avvertire.
Servizio Fitosanitario Regionale ( 0187770441 – email: walter.baruzzo@regione.liguria.it )

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.