Viola il Daspo per Spezia-Casale, assolto storico Ultrà dello Spezia.

LA SPEZIA– Ha rischiato 1 anno e 8 mesi di carcere, D.C, storico Ultrà dello Spezia, per aver violato il Daspo che gli era stato inflitto nel 2006 dopo la partita a Padova che aveva riportato lo Spezia Calcio in Serie B dopo ben 55 anni.  Domenica 29 novembre 2009 in occasione dell’incontro valido per il Campionato di Serie D, Spezia-Casale, non si presentò, senza addurre motivazioni legittime, presso la Questura della Spezia per la firma.
Oggi davanti al Tribunale della Spezia doveva rispondere del reato p.p dall’art 6 sesto comma legge 401/89, con una richiesta pena e vennero chiesti dal P.M 1 anno e 8 mesi di reclusione.
L’avvocato Massimo Lombardi, difensore dell’Ultrà spezzino, ha impostato la tesi difesa osservando che il DASPO viene applicato solo a gare valevoli per le categorie professionistiche e quindi non al campionato nazionale dilettanti, in cui lo spezia calcio 1906 militava nel 2009.

La tesi difensiva è stata accolta oggi dal Giudice Dottor Giuseppe Pavich, che ha assolto l’ultrà spezzino perché il fatto non sussiste.

Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.