Caro Renzi, sei una delusione… intervento di Roberto Fiore (ex Uil Savona)

Spettabile redazione,

da cittadino schifato della politica ho deciso di non occuparmene più in prima persona,o meglio non impegnandomi direttamente,sempre volontariamente non avendo mai rivestito nè ruoli all’interno dei partiti, nè ruoli istituzionali.Sono stato tra i promotori dei comitati Renzi, in tempi non sospetti, prima che saltassero sui carri del vincitore tutti quei personaggi che ci sbeffeggiavano con i loro posteriori ben piantati sulla “carega” e lautamente remunerati. Devo dire che ci credevo, o forse ci speravo, credevo che si potesse finalmente cambiare questo Paese,sempre uguale a se stesso, quindi fuori dal tempo in cui vive, cominciando dalla politica, eliminando i privilegi, il riordino delle forze di polizia, più protezione alla proprietà privata,eliminando le vetuste e costose figure dei notai,eliminando le sovrapposizioni degli enti locali,razionalizzando i comuni e mettendoli anche a sistema, snellendo le procedure burocratiche,facendo una politica di contenimento delle spese energetiche (i cali di adesso sono dovuti al mercato…). Il nostro eroe da dove comincia? Dai lavoratori dipendenti!!! Prima ad una parte di questi fa l’elemosina di 80 euro lordi al mese, poi li mortifica, bloccando per l’ennesimo anno gli aumenti salariali ai lavoratori statali, comprese le forze dell’ordine, si inventa il job act come primo atto concreto del suo mandato (?) diminuendo i diritti dei lavoratori come se fossero loro il problema di questo paese, svilendoli nel ruolo e diritto costituzionale che recita: “l’Italia è un paese fondato sul lavoro“. Certo,  da uno si fa vedere a braccetto con Marchionne che ha portato via la Fiat dall’Italia, e lui stesso ha la sua residenza in svizzera, che ama farsi fotografare ai convegni di confindustria tra la Marcegaglia e Squinzi (mai visto a quelli dei sindacati dei lavoratori),dove a ministro del lavoro,mette Poletti, Presidente nazionale delle Coop rosse, dove il ruolo del lavoratore è da sempre ambiguo, ovvero socio quando va male, dipendente quando va bene, non ci si poteva aspettare di più. Sono profondamente deluso,ovvero in questo Paese non sta cambiando nulla tanta aria fritta, come il semestre italiano di cui nessuno si è accorto, aldilà della propaganda.
Caro Renzi, sei una delusione, stai facendo peggio di Berlusconi;  il popolo è spesso pecora, ma si ricorda se lo tradisci…
(Roberto Fiore,  ex Segretario Generale Uil Savona)
Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.